Press ESC to close

3 consigli naturali per pulire i bruciatori a gas del piano cottura

Mentre il piano cottura in ceramica può essere pulito rapidamente, i bruciatori a gas di un fornello tradizionale possono essere una vera seccatura per i cuochi esperti. Traboccamenti e residui di cibo possono lasciare tracce, soprattutto quando si attivano questi supporti alla massima potenza. Scopri come pulirli in modo efficace.

Efficiente, il piano cottura a gas, come i piani cottura elettrici, presenta vantaggi e svantaggi. Tra questi ultimi, la difficoltà di pulizia di tali supporti, in particolare dei bruciatori a gas. Fortunatamente, i metodi naturali sono formidabili per questo scopo.

Come pulire i bruciatori a gas della stufa?

I piani cottura del vostro fornello potrebbero avere una forte tendenza a sporcarsi o bruciarsi a causa dei residui di padelle, pentole o delle vostre pentole. Qualunque sia il tipo di piastra o l’aumento della temperatura, potrai pulirle facilmente senza utilizzare prodotti chimici.

Pulizia dei bruciatori a gas

Ecco 3 consigli efficaci per farli brillare in poco tempo:

Limone e aceto bianco

Puoi pulire queste parti della tua stufa semplicemente utilizzando il limone, un agrume dalle proprietà sgrassanti e antibatteriche, ma non solo. L’aceto bianco può anche essere essenziale per rimuovere lo sporco dalla superficie di cottura grazie al suo alto livello di acido acetico, che dona pulizia e lucentezza.

Come procedere ?

Per pulire queste parti vi servirà il succo degli agrumi, due cucchiai di aceto bianco, acqua e un cucchiaio di detersivo liquido, che potrete preparare voi stessi . Tutto quello che devi fare è posizionare i fornelli a gas in una pentola capiente e coprirli con acqua e tutti gli ingredienti sopra elencati. Lascia bollire il composto per qualche minuto. Una volta fredde, il passo finale sarà pulire queste parti con una spugna d’acciaio. Con questo consiglio sarai pronto per cucinare e cuocere a fuoco lento i tuoi piatti migliori con l’igiene più ottimale!

Aceto bianco e bicarbonato di sodio

Per pulire i fornelli a gas, l’aceto bianco è un ottimo rimedio naturale. Per rendere i tuoi piatti impeccabili, utilizza questa soluzione ricca di acido acetico per sgrassare le superfici. Con questo ingrediente detergente essenziale, puoi rimuovere il cibo bruciato e rendere i tuoi fornelli lisci e puliti. Per rendere queste superfici brillanti e facili da pulire, anche il bicarbonato è tuo alleato. Il suo segreto? È alcalino e grazie alle sue proprietà abrasive eliminerai le bruciature sporche su queste superfici.

Come procedere ?

Per pulire i bruciatori, mescolare una tazza di aceto bianco con la stessa quantità di detersivo neutro o detersivo per piatti. Aggiungi una manciata di bicarbonato di sodio. Questo preparato multifunzionale va integrato in una pentola d’acqua che portate a ebollizione per dieci minuti dopo avervi immerso i vostri pezzetti. Quando il composto si sarà raffreddato, utilizzare una spugna d’acciaio per rimuovere i residui. Tieni presente che questi due ingredienti possono anche aiutarti a pulire il microonde.

Sapone di Marsiglia

Puoi pulire queste parti essenziali della tua cucina con del semplice sapone di Marsiglia liquido. Per far brillare i tuoi fornelli, immergili in una bacinella contenente quest’acqua saponata, quindi attendi 10 minuti. Quindi, dovrai strofinare queste superfici per rimuovere lo sporco. Concentrarsi sugli angoli per eliminare i residui incrostati. Sorprendente, vero?

Come pulire i piani cottura in ghisa?

Quando i piani cottura sono realizzati in ghisa, possono essere noiosi da pulire e richiedono un po’ di olio di gomito per dare alla tua cucina un aspetto pulito. La ragione ? Spesso il cibo può incastrarsi nel materiale e creare macchie ostinate. Per questo materiale vi consigliamo di scaldarli senza metterci sopra un contenitore, questo scioglierà la maggior parte dello sporco. Effettuare questa operazione per 3 minuti per rimuovere questi residui incrostati. Dopo averli lasciati raffreddare, raccoglieteli con carta assorbente. Se queste tecniche non bastano a rendere scintillanti le vostre piastre in ghisa, utilizzate una polvere bianca dalle proprietà abrasive fondamentali: il bicarbonato di sodio. Per trarne vantaggio, basta versare sui supporti questo ingrediente domestico indispensabile per i lavori domestici e strofinare con un panno umido. Se le tue piastre di cottura sono danneggiate da macchie di ruggine, la calce è il tuo alleato. Come spiegato sopra, questo agrume è rinomato per le sue proprietà sbiancanti e detergenti. Se vuoi approfittare di questo trucco inarrestabile, non devi fare altro che aggiungere qualche goccia del suo succo e attendere qualche minuto. Dopo aver strofinato le piastre con una spugna, sciacquarle con acqua e asciugarle. La tua superficie di cottura sarà come nuova!

Piani cottura in vetroceramica

Come rendere impeccabili i piani cottura in vetroceramica?

Per pulire questi piani cottura che hanno un consumo energetico inferiore rispetto a quelli a gas, non esitate e scegliete l’aceto bianco, una soluzione dalle proprietà abrasive. È la soluzione meno aggressiva per pulire il calcare che si può formare su questi supporti senza danneggiare il materiale. Per pulire questa parte che riscalda i vostri contenitori, potete utilizzare anche il bicarbonato di sodio per rendere impeccabile questo elemento, che spesso dispone di controlli touch-sensitive. Tutto quello che devi fare è versarne un po’ sopra e asciugarlo con un panno imbevuto di acqua. Un’alternativa naturale altrettanto efficace ai prodotti chimici.

Come rimuovere lo sporco da un piano cottura a induzione?

Per un formidabile potere pulente sul tuo piano cottura a induzione, sfrutta le proprietà dell’aceto bianco e del limone. Questa combinazione aiuterà entrambi a eliminare lo sporco e a far brillare i piatti. Inizia utilizzando la soluzione acida, che puoi utilizzare per pulire tutta la casa, per rimuovere le macchie prima di pulire con un panno. Il passaggio finale consiste nell’utilizzare gli agrumi per far brillare i piatti su cui stai cucinando. È possibile utilizzare una spugna umida con un lato ruvido per rimuovere i segni ostinati. Una tecnica che pulisce ogni bruciatura senza utilizzare alcun composto chimico!

Copy