Press ESC to close

3 consigli per pulire le finestre molto sporche senza lasciare aloni

Hai finestre difficili da pulire? Cerchi consigli su come pulirli senza lasciare aloni? Segui questi semplici ed efficaci consigli per ottenere finestre pulite e brillanti in pochissimo tempo!

Pulizia di una finestra – fonte: spm

Perché rimangono delle striature sulle finestre?

È utile capire perché le finestre lasciano segni anche dopo essere state pulite. Ecco le due cause principali

  • Il detergente

Alcuni detergenti multiuso affermano di essere privi di aloni, ma non riescono a raggiungere questo obiettivo. La preoccupazione principale è il tasso di evaporazione. Se pulisci le finestre in una calda giornata di sole, la parte liquida della soluzione evapora rapidamente e lascia un residuo che appare come striature. D’altra parte, se non rimuovi completamente il liquido, puoi anche ritrovarti con una finestra increspata.

  • Asciugamano per la pulizia

Anche il tipo di stoffa o asciugamano utilizzato è un fattore di striature sulle finestre. Gli asciugamani che non sono molto assorbenti diffondono sporco e umidità invece di rimuoverli, lasciando dietro di sé quelle brutte scie. Altri asciugamani possono staccarsi, lasciandoti scie di polvere, detriti e lanugine. Un asciugamano che è già stato utilizzato per altri scopi potrebbe essere stato contaminato da altri detergenti. Gli oli e i detergenti per la casa possono rimanere sugli asciugamani anche dopo averli lavati, rendendoli inutili per la pulizia delle finestre.

Come pulire le finestre senza lasciare aloni?

Probabilmente sei una persona meticolosa quando si tratta di manutenzione della casa. Hai provato tutti i tipi di metodi per far sembrare le tue piastrelle nuove di zecca, ma nessuno di essi sembra aver funzionato? Non basta rimuovere lo sporco o la polvere per farli brillare. Il più delle volte, anche dopo il lavaggio, le finestre mostrano segni.

La maggior parte dei segni sulle finestre sono lasciati da tovaglioli di carta o stracci usati per pulirle. Se usi tovaglioli di carta per pulire le finestre, rinuncia all’abitudine. Perché questo lascia le tue finestre piene di particelle di carta e, inevitabilmente, ti sentirai come se non le avessi lavate.

Gli specialisti consigliano di utilizzare panni in microfibra per pulire la casa. Sono ottimi anche per pulire le finestre da sporco e polvere. Una volta immersi nell’acqua, rimuovono lo sporco dalle finestre molto facilmente. Cosa puoi fare dopo per sbarazzarti dei segni d’acqua secca?

Subito dopo aver lavato le finestre, è necessario risciacquarle. Quindi puoi usare un altro panno in microfibra per asciugarli.

Un altro consiglio per far brillare le tue finestre

C’è un altro trucco che puoi applicare per far brillare le finestre della tua casa. Hai bisogno di un solo prodotto che è disponibile nella maggior parte dei supermercati.

Questo è il filtro del caffè di carta. Dopo aver pulito le finestre di casa, prendi un filtro da caffè, strappalo in modo da poterlo stendere su tutta la superficie e lucidare i vetri con esso. Le casalinghe più esperte hanno testato questo trucco e confermano che le piccole fibre del prodotto non lasciano segni sulle finestre.

Il metodo per lavare finestre molto sporche

Panno in microfibra

Ecco alcuni passaggi che puoi eseguire per lavare le finestre sporche.

Passaggio 1. Pulisci la finestra con un panno in microfibra asciutto e privo di polvere.

Passaggio 2. Se il passaggio 1 non funziona per te, sarà necessario utilizzare una soluzione detergente. Si consiglia una soluzione di detersivo per i piatti.

Passaggio 3. Applicare la soluzione su una piccola area, partendo dalla parte inferiore della finestra e procedendo verso l’alto per evitare gocciolamenti. Assicurati di lavorare rapidamente, ma pulisci accuratamente e con forza sufficiente a non lasciare residui. Spesso è utile utilizzare attrezzature specializzate per la pulizia dei vetri come una spatola.

Passaggio 4. Asciugare i bordi della finestra dall’alto verso il basso con un panno nuovo o pulito, privo di polvere.

Giornale

Abbiamo tutti sentito dire che i giornali possono essere usati per pulire le finestre e il risultato è sbalorditivo. Ma funziona davvero? I tronchi offrono un’opzione efficace per pulire le finestre in modo rapido ed efficiente. La carta da giornale può ottenere eccellenti risultati senza sbavature che possono essere anche migliori di quelli ottenuti con tovaglioli di carta o stracci.

La carta da giornale funziona generalmente per tutti i tipi di vetro, il che significa che può essere utilizzata anche per specchi, tavolini da caffè in vetro, superfici in vetro e specchi da bagno, ecc.

Pulizia della finestra con aceto bianco – fonte: spm

Aceto bianco

L’aceto bianco e l’acqua sono una miscela formidabile per la pulizia delle superfici in vetro interne o esterne.

Mescola la soluzione detergente. Per la maggior parte delle finestre, mescola parti uguali di acqua distillata e aceto bianco. Nella maggior parte dei casi, è meglio farlo in un flacone spray, ma per finestre più grandi, combina più liquido in un secchio. Per finestre molto sporche, in particolare finestre esterne, unire 2 tazze d’acqua, 1/4 di tazza di aceto bianco e 1/2 cucchiaino di detersivo per piatti. Se stai pulendo immediatamente, usa acqua tiepida ma non calda per una maggiore potenza nella pulizia. Agitare bene il contenitore.

Spruzzare la miscela sul vetro che si desidera pulire e strofinarlo con uno schema a Z. Muoviti da sinistra a destra, in basso in diagonale a sinistra, quindi di nuovo da sinistra a destra. Ripeti se necessario, soprattutto se è la prima volta che pulisci con aceto e acqua.

Copy