Con il passare del tempo, le fughe delle piastrelle si consumano e diventano nere. Lucidare e strofinare difficilmente queste giunture per riportarle alla loro lucentezza è senza dubbio faticoso, e il risultato potrebbe non essere all’altezza delle nostre aspettative. Non c’è niente di meglio che armarsi di ingredienti facilmente reperibili nella nostra cucina, come l’aceto bianco o il bicarbonato, per eliminare queste articolazioni annerite dallo sporco. Scopri i nostri 3 consigli della nonna per trovare fughe pulite.

Prima di eliminare lo sporco che si incastra nelle fughe, bisogna innanzitutto sapere che è proprio l’acqua la causa di questi inconvenienti: le fughe sono porose e quindi non impermeabili. Detto ciò, quando la piastrellatura è a frequente contatto con l’acqua o è poco asciutta, quest’acqua che penetra nelle fughe ristagna e quindi le ricopre di nero…ma non è tutto, perché questi Inconvenienti, oltre ad essere estetici, sono anche igienico. Quest’acqua stagnante, infatti, è favorevole allo sviluppo di funghi verdi o neri, detti muffe.  Questi  ,  se non trattati, possono causare allergie e difficoltà respiratorie .

I nostri consigli a base di prodotti naturali ti permettono di eliminare queste fughe sporche, ma anche di eliminare lo sporco o la muffa che possono accumularsi lì. Sapone di Marsiglia , sapone nero, acqua ossigenata… Tanti ingredienti ecologici ed economici che permettono di pulire sia lo stucco del bagno che quello della cucina.

Prima di utilizzare queste ricette, ricordatevi però di indossare precauzionalmente un guanto per proteggere le mani da alcuni ingredienti abrasivi che potrebbero danneggiarle.

Bicarbonato di sodio

 

  1. Bicarbonato di sodio e acqua ossigenata

Per questa prima ricetta avremo bisogno solo di due ingredienti: il bicarbonato di sodio, un prodotto domestico naturale multiuso che può essere utilizzato sia in cucina che per pulire, e l’acqua ossigenata che è un buon agente sbiancante molto efficace.

Per fare questo, devi prima sciogliere una parte di bicarbonato di sodio in due parti di perossido di idrogeno. Quindi assicurati di applicare bene la miscela sulle articolazioni. Per facilitare l’applicazione e la penetrazione di questa miscela nelle fughe delle piastrelle, si consiglia di utilizzare uno spazzolino da denti per rivestire meglio la pasta nelle zone da trattare.

Lasciare agire il composto per uno o due minuti, quindi strofinare accuratamente le fughe con lo spazzolino per rimuovere lo sporco che le ricopre. Infine, prendi una spugna in microfibra pulita e passa le fughe per rimuovere la miscela in eccesso.

Limone e sale grosso

 

  1. Limone e sale grosso

Il limone è un ingrediente economico dalle molteplici funzioni. È infatti rinomato per disincrostare le superfici ricoperte di calcare, disinfettare le superfici ed eliminare i germi, grazie all’acido citrico che contiene e che gli conferisce potere disinfettante. Senza dimenticare che è utile per eliminare i cattivi odori e profumare la casa,  oltre ad essere naturale e quindi sicuro per l’ambiente . Il limone è quindi un alleato indispensabile per la pulizia della casa, e può essere utilizzato benissimo per pulire e sbiancare le fughe delle piastrelle. Per fare questo, tagliare a metà un limone e riempirne una metà con sale grosso. Utilizzare questa metà, che fungerà da spugna, per strofinare le giunture . Per strofinarle in modo efficace, spremere leggermente questa metà per far gocciolare un po’ di succo di limone sulla malta delle piastrelle. È necessario poi lasciarlo agire per circa 1 ora prima di pulire le fughe con un panno asciutto.

aceto bianco

 

  1. aceto bianco

Non si può parlare di pulizia della casa senza parlare dell’aceto bianco. Un pratico ingrediente per pulire a fondo, sgrassare e disincrostare le fughe sporche.

Il trucco è semplice: applicate l’aceto sulle fughe delle vostre piastrelle e lasciate agire il prodotto per venti minuti. Successivamente utilizzare un panno pulito per pulire le fughe dai residui di aceto.

Per lo sporco più ostinato mescolare 2/3 di aceto con un cucchiaio di detersivo per piatti. Versare il composto sulle fughe delle piastrelle quindi prendere un vecchio spazzolino da denti, preferibilmente a setole dure, e strofinare bene le fughe per rimuovere sporco e calcare, in modo che riacquistino il colore originale.

  1. Meudón bianco

Proveniente dal bacino di Parigi, il bianco Meudon è una polvere bianca molto fine che permette di sbiancare le fughe sporche delle piastrelle. Per fare questo, diluisci 2 cucchiai di meudon white in 1 litro di acqua calda, fino ad ottenere una crema abrasiva, quindi usa uno spazzolone o una spugna per pulire le piastrelle.

Questi ingredienti naturali ed ecologici sono molto efficaci per far brillare le piastrelle e ritrovare il candore delle fughe, senza ricorrere a sostanze chimiche dannose come la candeggina. Questo prodotto convenzionale, infatti, garantisce sicuramente una buona pulizia, ma non è esente da rischi per la salute e l’ambiente.

Copy