Come già saprai, l’aceto bianco è un ingrediente fondamentale nella pulizia della casa. Una reputazione che deve alle sue qualità antimacchia, al suo costo accessibile e a molte altre virtù che gli valgono addirittura lo status di prodotto multiuso. Tuttavia è di moda rivedere quest’ultima considerazione perché potrebbe darsi che la prendiamo troppo a cuore.

La cosa migliore dei prodotti per la pulizia naturali come l’aceto bianco o il bicarbonato di sodio è che si vantano  di sostituire molti detergenti chimici e aggressivi . E per una buona ragione, l’aceto bianco è al centro dei consigli per la pulizia naturale. Ma questo significa che questo prodotto è illimitato? Non così sicuro.

Pulitura di una superficie in marmo – fonte: spm

Perché l’aceto bianco è così utilizzato per pulire?

Innanzitutto vediamo perché l’aceto bianco gode di una buona immagine tra i sostenitori della pulizia ecologica. È un detergente naturale, biodegradabile ed economico in grado di rimuovere  macchie, deodorare e sgrassare le superfici . Grazie alla sua acidità, elimina in breve tempo macchie e calcare ostinati. È quindi un deodorante eccezionale che rientra tra i prodotti naturali e detergenti per la casa che garantiscono una buona pulizia della casa.

Può essere utilizzato anche  in tutte le stanze della casa  ed è uno dei prodotti di manutenzione utilizzati per pulire il frigorifero, i lettiere, le finestre o anche i WC come disincrostante e anticalcare. Se la tua casa è invasa da odori sgradevoli, è perfettamente in grado di liberarsene.

È davvero un prodotto multiuso?

Sebbene l’aceto bianco sia ottimo per pulire, lucidare e disinfettare una varietà di superfici, ci sono molte cose su cui non dovrebbe essere applicato. La sua etichetta di prodotto multiuso, che tuttavia gode di una certa legittimità,  non tiene conto di alcuni usi . In ogni caso, non è proprio il prodotto per cui è stato concepito poiché non può trattare tutte le superfici.

Quindi ecco tutte le cose che dovresti evitare di fare con questo prodotto.

Anche se l’aceto bianco ha il vantaggio di essere sgrassante, rischia di danneggiare alcune superfici ed è per questo che è necessario prendere delle precauzioni prima di utilizzarlo nel modo sbagliato.

– Non mescolarlo con candeggina

Potresti voler mescolare i due ingredienti per un’efficacia ottimale, ma questa è una cattiva idea. In questo caso sussiste il pericolo perché la combinazione di acido e cloro  è particolarmente tossica per le vie respiratorie.  Un uso da bandire quindi.

– Non utilizzarlo su marmo

Superficie marmo – provenienza: spm

Per continuare a preservare l’aspetto di questa bellissima pietra, stai lontano da qualsiasi prodotto per la pulizia che potrebbe danneggiarla. L’acidità dell’aceto bianco può deteriorare progressivamente il materiale, lasciando sgradevoli aloni. Se vuoi preservare la lucentezza del marmo,  dimentica la pulizia con questo prodotto di manutenzione e preferisci utilizzare il sapone liquido nero.

– Non utilizzarlo per pulire i coltelli

Per preservare l’aspetto dei coltelli, dimenticate eventuali prodotti acidi come succo di limone o aceto bianco. Questo è particolarmente vero per i coltelli d’argento  che possono ossidarsi nel tempo . In questo caso è sufficiente del detersivo per piatti ed un panno in microfibra per asciugare i coltelli.

– Non utilizzarlo per pulire le macchie di uova

L’ultima cosa che dovresti fare se fai cadere un uovo crudo sul pavimento è usare l’aceto bianco per pulirlo. E per una buona ragione, questo non farebbe altro che condensare le proteine ​​dell’uovo, formando  una composizione appiccicosa difficile da pulire.  In questo caso potete rimediare al problema utilizzando semplicemente delle salviette assorbenti e saponate.

– Non utilizzarlo per pulire il ferro

Aceto bianco e ferro non vanno bene insieme – fonte: buona pulizia

Evita l’aceto bianco se vuoi pulire e strofinare la piastra bruciata del ferro perché l’acidità del prodotto potrebbe danneggiare il funzionamento di alcuni modelli. Cospargete invece  un cucchiaio di sale su un panno  e poi passatelo sulla piastra del ferro per rimuovere lo sporco. Sciacquare con una spugna umida quindi pulire con un panno in microfibra. Puoi anche provare questi consigli della nonna per pulire il ferro.

– Non usarlo sulle tue pietre preziose

Se l’aceto bianco è particolarmente efficace nel far brillare i gioielli, questo non è affatto il caso dei gioielli con pietre preziose.  Questi ultimi perderebbero la loro lucentezza e si ossiderebbero a causa dell’acidità dell’aceto bianco . Per mantenerli, versare qualche goccia di olio d’oliva su un panno pulito e morbido e strofinare delicatamente il materiale.

Copy