Basta girare per il supermercato per trovare piante di basilico con tante foglie verdi e profumate. Invitare a casa e coltivare una piantina di questa pianta aromatica è molto conveniente. Questo ci permette di avere questi ultimi a portata di mano per insaporire i nostri piatti ma anche per decorare il davanzale di casa o il balcone. Scopri come avere una pianta rigogliosa e sana con questi preziosi consigli.

Se si tratta di una pianta comune, prendersi cura di questa pianta non è sempre facile. E non a caso  il basilico è una delle piante aromatiche più “capricciose”  e spesso si commettono errori di giardinaggio quando lo si coltiva.

basilico

logo pinterest

Foglie di basilico – Fonte: spm

Dagli 6 ore di luce

Qualunque giardiniere o esperto di piante vi dirà di esporre il basilico alla luce, ma consigli più specifici vi aiuteranno a coltivarlo.

L’ideale è garantire a questa pianta almeno 6 ore di sole indiretto al giorno. La luce solare indiretta dovrebbe essere intensa, quindi è essenziale tenere questa pianta all’aperto o su un davanzale.

Importante è anche proteggerla dai raggi diretti del sole che possono bruciare le foglie più delicate provocando una lenta caduta del fogliame da parte della pianta.

Attenzione: se nonostante le cure questa pianta appassisce o non fa foglie, chiedi consiglio a un professionista.

Tenerlo alla giusta temperatura

Garantire alla pianta la giusta temperatura è fondamentale per far sì che abbia foglie abbondanti. Il segreto è offrire a questa pianta una temperatura minima di 20°C in ogni stagione dell’anno. In estate è abbastanza semplice: devi solo ricordarti di tenere la pianta all’aperto.

In autunno e in inverno, invece, dobbiamo portare il basilico in casa, facendo attenzione a non metterlo in stanze troppo fredde e umide.

Pacciama il terreno

La pacciamatura del terreno è un gesto che spesso adottiamo con le piante più grandi, ma può essere di grande aiuto per questa pianta aromatica.

Per fare questo, usa foglie secche e corteccia, spargendole sulla terra. Garantiranno al terreno una temperatura abbastanza costante e, quindi, impediranno alle radici di raffreddarsi.

innaffiare il basilico

logo pinterest

Basilico d’innaffiatura – Fonte: spm

Misura l’acqua

Valutare la quantità di acqua di cui necessita la nostra pianta ovviamente non è necessario solo per il basilico! A differenza di altre piante aromatiche, il basilico ha un elevato fabbisogno di idratazione.

In primavera e in estate  le annaffiature dovrebbero essere regolari . Quando le temperature superano i 25°C, può essere anche quotidiano!

Il segreto per farlo bene è mantenere sempre il terreno umido, ma mai bagnato.

Pertanto, ogni volta che noti che il terreno si sta asciugando, non aspettare e annaffia subito. È sempre meglio usare acqua distillata perché l’acqua del rubinetto è spesso troppo dura.

piantare basilico

logo pinterest

Piantare il basilico – Fonte: spm

Problemi con le foglie secche? Ecco la soluzione

  • Usa l’argilla espansa

Uno dei luoghi meno favorevoli per la crescita del basilico è una zona dove vi è un ristagno di acqua che, in breve tempo, può far marcire le radici e far seccare l’intera pianta.

Il segreto che ridurrà il rischio  di ristagno è mettere dell’argilla espansa sul fondo del vaso. Questo favorirà il drenaggio dell’acqua in eccesso, evitandone l’accumulo.

  • Usa un vaso di terracotta

Nella maggior parte dei casi il basilico viene venduto in vasetti di plastica. Dovrai usare un vaso diverso per mantenere viva questa pianta verde a lungo.

Scegliete un vaso di circa 20 cm di diametro, preferibilmente in terracotta.

Assicurati di rinvasare ogni due anni all’inizio della primavera. Ciò consentirà alla pianta di crescere e impedire alle sue radici di restringersi.

Copy