Saper coltivare gardenie in vaso può essere molto utile per quelle persone che amano questa pianta  da fiore ma non hanno una serra, un giardino o vivono in luoghi di clima molto freddo.

Come alcuni già sapranno, la gardenia è un arbusto di origine cinese che produce un fiore aromatico e bellissimo. E sebbene la sua coltivazione non possa essere classificata come facile, seguendo poche piccole regole e rispettando le loro cure ed esigenze è possibile coltivare gardenie in vaso sia da avere all’interno della casa, in un ufficio, in patii dove non c’è giardino e altri.

Posizione, luce e temperatura

Il luogo ideale per coltivare gardenie in casa sarà quello che ha una buona temperatura e molta luce. La temperatura ideale sarebbe tra 16 e 26ºC, ma la cosa più importante è che non c’è una grande differenza tra la temperatura del giorno e della notte, da qui l’importanza di avere molta luce in modo che al crepuscolo rimanga calda.

Ha anche bisogno di una buona circolazione dell’aria anche se non dovrebbe essere esposto a forti correnti.

Cura delle gardenie per farle crescere in vaso

Ambiente e suolo

Per coltivare gardenie è molto importante prendersi cura dell’ambiente della pianta. Questo richiede un tasso di umidità abbastanza elevato, circa il 70%. Quando lo coltiviamo in un vaso funziona molto bene posizionare un piatto profondo resistente con pietre e riempito d’acqua, in modo che il vaso sia posto sopra e non tocchi direttamente l’acqua.

Per quanto riguarda il terreno della pentola, dovrebbe essere leggero, ricco di materia organica, una sorta di  abobo naturale può essere usato e dovrebbe essere ben drenato. Inoltre, il terreno acido è il migliore per la crescita della gardenia, un pH intorno a 4,8-6 è l’ideale.

Irrigazione e potatura

Devi stare molto attento o attento con l’irrigazione delle gardenie al momento della coltivazione. Idealmente, innaffiare quando i due o tre centimetri di substrato superiore si sono asciugati. È molto importante annaffiare bene e non esagerare perché le gardenie sono sensibili al marciume dell’acqua e alle malattie fungine. Quindi evitare di bagnare le foglie per prevenire quest’ultimo, così come utilizzare qualche fungicida naturale o specializzato.

gardenie come coltivarle in vaso quali sono le loro cure

Infine, va detto che ogni due o tre anni, a fine inverno o inizio primavera, la gardenia deve essere trapiantata in un vaso più grande e dopo il periodo di fioritura, la gardenia deve essere potata leggermente per mantenere la forma e soprattutto eliminare i rami secchi che impediscono una buona circolazione dell’aria.

Amate le rose? Ti insegniamo come coltivare cespugli di rose a casa.

Copy