Press ESC to close

Come rimuovere sporco e grasso dai mobili della cucina in legno senza sforzo

Può sembrare difficile rimuovere le macchie di grasso di vecchia data dai mobili della cucina. Esistono però una serie di consigli molto efficaci per risolvere questi inconvenienti di cui potremmo fare a meno.

Applicato su un mobile in legno, il detergente può pulire ma risultare molto aggressivo per il materiale nobile che è quest’ultimo. Con questi metodi potrai eliminare qualsiasi zona macchiata ma soprattutto saprai rimuovere una macchia d’olio così come lo sporco incrostato da molto tempo.

Le macchie d’olio possono danneggiare il legno

Quando cuciniamo, possiamo lasciare che i grassi schizzino involontariamente, come olio o schizzi di salsa. Queste tracce di grasso sono particolarmente ostinate, come una macchia di vino rosso o di chewing gum. Tuttavia, prodotti detergenti potenti come candeggina, alcool domestico o trementina aiutano a sciogliere le macchie ma sono aggressivi per un materiale fragile come il legno. Le macchie d’olio su un mobile al piano di sotto sono una vera seccatura perché tendono a proliferare a causa di questi frequenti schizzi di olio da cucina. Risultato: il legno degli armadi o dei contenitori della nostra cucina è danneggiato. Per fortuna  è possibile superare queste macchie ostinate  con questi pochi formidabili consigli della nonna. Queste tecniche possono funzionare anche per le macchie difficili che sono rimaste nella stanza per molto tempo. Esistono anche tecniche delicate che aiutano a rimuovere facilmente olio e sporco. Tra questi, quello con acqua tiepida e sapone e un pezzo di stoffa. Le macchie non danneggiano solo il legno perché possono persistere anche sui tessuti. Il sale è un buon modo per sbarazzarsene.

Quali sono le tecniche radicali per rimuovere sporco e macchie di grasso?

Se il metodo delicato lascia residui di grasso o sporco, sembra che tu abbia un po’ trascurato la pulizia dei mobili della cucina. Non è necessario strofinare vigorosamente la macchia perché non farai altro che danneggiare questo mobile. Provate invece a mescolare  due cucchiai di detersivo per piatti con 50 cl di acqua calda  che avrete messo in un contenitore. Quindi, strofina delicatamente questa miscela con un panno imbevuto di questo liquido sulla zona desiderata, nella direzione delle venature del legno. Questo è tutto ! Tutto quello che devi fare è risciacquare e asciugare con un altro panno pulito. Il detersivo per piatti è ottimo per sciogliere le macchie di olio e grasso più ostinate e rimuovere lo sporco.

Anche il bicarbonato di sodio pulisce questi. Per trarne beneficio, dovrai cospargere questa polvere magica su un panno umido e pulire con essa i mobili. È necessario risciacquare e asciugare come per il primo consiglio.

Quanto agli appassionati dell’aceto bianco, saranno felici di sapere che possono svolgere questo compito domestico con 25 centilitri della loro soluzione acida preferita! Dovrai mescolarlo con 50 centilitri di acqua calda e due cucchiai di detersivo per piatti. Strofinare la macchia con questo preparato , risciacquare con acqua e asciugare. Questi semplici gesti che non richiedono particolare impegno ti aiuteranno a pulire tutta la cucina ma anche i pavimenti in parquet. Per lucidare il legno ed avere una cucina scintillante, strofinate queste superfici ormai pulite con olio minerale. Se i tuoi angoli hanno accumulato sporco e sono di difficile accesso, un vecchio spazzolino da denti è la soluzione. Ti permetterà di avere mobili da cucina puliti in ogni angolo. Niente più scuse!

Alcuni legni sono più difficili da pulire rispetto ad altri

Sebbene queste tecniche possano essere molto efficaci nella pulizia dei legni duri, alcuni di essi sono fragili e richiedono precauzioni e cure speciali. Questi ultimi trattengono maggiormente sporco e grasso e diventano difficili da pulire già dopo pochi giorni. Ecco perché è importante essere consapevoli delle particolarità di ciascun materiale e delle tecniche di pulizia adeguate al legno fragile. Questo vale per il ciliegio, il pino o il rovere che tendono a sporcarsi velocemente e richiedono accorgimenti per pulirli senza fatica. Consigli che ti aiuteranno ad avere una casa scintillante con mobili che non perdono mai la loro bellezza. I mobili da cucina necessitano di manutenzione perché sono i mobili più visibili. Ci sono altri suggerimenti che dovresti sapere per semplificarti la vita quando ti trovi in ​​questa stanza della casa.

Come pulire il legno cerato? 

Se il legno cerato è particolarmente fragile è perché inizialmente viene ricoperto di cera. Se si utilizza un prodotto aggressivo si rischia di intaccare questo materiale che diventerà irrecuperabile. Per rimuovere lo sporco e le macchie di unto, bisognerà iniziare cospargendole di borotalco e applicandovi sopra qualche foglio di carta assorbente. Successivamente, dovrai passarci  sopra un ferro caldo  che rinnoverai ad ogni passaggio. Ripetere finché il legno cerato non sarà completamente pulito. Questa carta assorbente trattiene lo sporco e le macchie e non danneggia la cera dei mobili. Un metodo che rispetta la fragilità di questo legno. Se questo metodo ti sembra troppo laborioso, utilizza White Spirit e Terra di Sommières per pulire quest’ultimo. Dovrai applicare questo composto abbastanza compatto sulla macchia incrostata, lasciarlo agire qualche minuto prima di spazzolare e dire addio allo sporco!

2- Come rimuovere sporco e grasso dal legno verniciato?

Se i mobili della tua cucina sono in legno verniciato, pulirli è un compito piuttosto arduo. E per una buona ragione, quando si utilizza la tecnica di pulizia sbagliata, la vernice rischia di graffiarsi o di dissolversi. Solventi o prodotti abrasivi rischiano quindi di danneggiare gravemente questo fragile materiale. È per questo motivo che si consiglia vivamente di utilizzare questi metodi. Il primo consiste nel pulire la superficie sporca con una spugna imbevuta di una miscela di detersivo per piatti e acqua. Il sapone di Marsiglia è efficace anche per il legno verniciato.  Per fare ciò, dovrai passarlo appena umido sulla/e zona/e macchiata/e e lasciare riposare il prodotto per un’ora. Tutto quello che devi fare è pulire e vedrai che lo scaffale o l’armadio sarà completamente pulito! Anche il dentifricio è un’opzione, a patto di strofinarlo nella direzione del legno con una spugna umida. La pietra d’argilla, che trovate nel reparto prodotti per la pulizia dei supermercati, è diabolicamente efficace per pulire questo tipo di legno. Dovrete semplicemente imbevere un panno con questo ingrediente e le macchie voleranno via. Infine risciacquare con una spugna umida e asciugare il tutto. Tecniche delicate per un legno delicato da pulire.

Quali metodi dovrebbero essere evitati per pulire il legno grezzo naturale?

Alcuni metodi di pulizia possono danneggiare il legno, soprattutto quando è grezzo e naturale. Il petrolio è uno di questi. Se questa tecnica è da evitare è perché il grasso può entrare nel legno e macchiarlo. Questa macchia scomparirà solo se ricopri tutta la superficie con olio. L’olio d’oliva combinato con il bicarbonato di sodio  può dare un risultato brillante ma può danneggiare questo materiale. Questo materiale grasso rimane sulla superficie ed è più probabile che raccolga polvere e danneggi il legno. Se devi fare anche le pulizie più importanti, esperti tuttofare ti daranno consigli senza risparmiare alcun dettaglio.

Copy