Nonostante i nostri numerosi tentativi di sterminarli, a volte gli scarafaggi si stabiliscono nella nostra casa. In realtà questi insetti repellenti sono attratti dagli angoli caldi e umidi. Per sbarazzartene definitivamente, scopri un trucco con il bicarbonato di sodio e altri suggerimenti per respingere questi parassiti in futuro.

Scarafaggi, scarafaggi o scarafaggi, questi nomi designano lo stesso insetto che tanto temiamo. E per una buona ragione, a volte è doloroso liberarsene. Queste piccole creature hanno la sfortunata tendenza a popolare i luoghi strategici delle nostre case, riproducendosi però molto velocemente. Infatti i maschi attraggono le femmine e viceversa utilizzando feromoni e vibrazioni per riunirsi con i coetanei e creare una colonia, da qui il rischio di infestazione. Fortunatamente non è impossibile eliminarli da casa seguendo questi buoni consigli.

Gli scarafaggi sono attratti dai luoghi bui, umidi e caldi

Strisciando o volando, gli scarafaggi tendono a vivere negli angoli meno accessibili della casa. A volte si possono trovare anche nei battiscopa, nelle crepe o nelle fessure dei muri. In Francia la blatta tedesca è la specie onnivora più diffusa. Di notte preferisce spostarsi in luoghi bui e può uscire anche dai tubi, dalla lavastoviglie, dal frigorifero, dal lavandino, dallo scivolo dei rifiuti o dall’aspirapolvere. In generale, per eliminare gli scarafaggi sono preferiti i prodotti per il controllo degli scarafaggi disponibili in commercio. Tuttavia, questi ultimi contenenti sostanze chimiche tossiche possono rivelarsi dannosi per la salute o per l’ambiente. Per questo motivo molte persone preferiscono ricorrere ad alternative naturali per sterminare questi insetti striscianti indesiderati. E non a caso, oltre ad essere invasivi, possono veicolare anche germi e agenti patogeni dannosi per la salute.

Come sbarazzarsi degli scarafaggi con il bicarbonato di sodio?

Oltre ai molteplici usi domestici del bicarbonato, questo ingrediente atossico e sicuro è un formidabile alleato per l’eradicazione completa e duratura degli scarafaggi. L’ideale è abbinarlo allo zucchero a velo per creare una trappola molto efficace contro questi parassiti. Per un controllo efficace dei parassiti, basta mescolare un bicchiere di zucchero con un bicchiere di bicarbonato di sodio e versare questa miscela in piccoli piatti da posizionare in luoghi caldi e umidi lungo le pareti. Attratti dallo zucchero, gli scarafaggi finiranno anche per ingerire la polvere minerale che, alla fine, li disidraterà prima di ucciderli.

Se si desidera una soluzione più semplice da utilizzare, è possibile preparare uno spray antiscarafaggi a base di acqua zuccherata e bicarbonato di sodio. Mescola il tutto in una bottiglia spray e spruzza nei punti preferiti da queste piccole creature.

Altri 4 consigli per combattere gli scarafaggi

Alla minima apparizione, è imperativo agire rapidamente per evitare che la femmina deponga le uova. Per questo esistono altri consigli molto efficaci da utilizzare da solo, o in aggiunta al bicarbonato.

1. Terra di diatomee

Ideale per combattere pulci, roditori, insetti volanti o cimici, la farina fossile è un prodotto insetticida molto efficace estratto da cave naturali. Il suo vantaggio? Non è tossico per gli animali né per l’uomo.

Per eliminare gli scarafaggi e combattere le infestazioni, versare il prodotto in piccoli contenitori o tazze e posizionarli nelle zone che possono attirare questi insetti. Potete anche cospargere la farina fossile direttamente nei punti strategici, formando dei mucchietti separati da una quindicina di centimetri. Ricorda però che gli scarafaggi possono essere resistenti e che a volte sarà necessario combinare diversi metodi.

2. Vino

Scegli un vino dolce per questo consiglio, in modo da attirare questi parassiti in modo più efficace. Per farlo vi basterà riempire a metà i vasetti con un vino a vostra scelta e posizionarli nelle zone infestate. Attratti dagli odori emanati dai contenitori, gli scarafaggi finiranno per arrampicarsi sulle pareti per entrare e non riusciranno più ad uscire una volta caduti all’interno. Puoi anche ottimizzare le tue trappole rendendole più facilmente accessibili attorno ai barattoli. Disporre dei giornali o degli strofinacci per creare una sorta di rampa.

3. Olio essenziale di eucalipto 

Generalmente utilizzato per ripulire l’odore della casa, l’olio essenziale di eucalipto è formidabile anche per respingere scarafaggi e blatte. Questo trattamento naturale si applica su tutte le superfici frequentate da questi insetti notturni utilizzando solo poche gocce. È importante però prestare attenzione quando si hanno animali domestici, poiché l’ingestione o il contatto con oli essenziali può essere tossico per i nostri amici a quattro zampe o provocare allergie.

4. Aceto bianco

L’odore di questo repellente per parassiti è ideale per respingere gli scarafaggi. Per trarne vantaggio, basta spruzzare aceto bianco negli angoli della casa, sotto i mobili o i lavandini, vicino alla vasca da bagno e al lavandino, nel tritarifiuti o anche vicino ai vostri elettrodomestici . Inoltre non dimenticare i luoghi oscuri, favorevoli alla loro proliferazione. Ripetere l’operazione ogni 2 giorni per un’efficacia ottimale. L’odore li dissuaderà dall’infestare la tua casa. Puoi anche aggiungere qualche goccia di olio essenziale di tea tree o di limone per un formidabile trattamento anti-scarafaggi.

Cosa attira gli scarafaggi?

Quando gli scarafaggi prendono il sopravvento, di solito è dovuto a diversi motivi. Il primo è la mancanza di igiene. Infatti, quando lasciamo i piatti sul piano di lavoro, questi parassiti striscianti o volanti vengono attratti dagli avanzi di cibo, cosa che ne favorisce la proliferazione. Lo stesso vale per gli alimenti conservati in scatole non sigillate, per le stoviglie non lavate o per gli schizzi di grasso dopo la cottura. In questo senso, è fondamentale pulire regolarmente la cucina, in particolare la cappa, i pensili e gli elettrodomestici. Per quanto riguarda i residui di cibo, riporli sempre in sacchetti di plastica chiusi prima di gettarli nella spazzatura. Ciò eviterà che gli scarafaggi siano attratti dalle briciole. Le blatte tedesche in particolare che troviamo in cucina amano i luoghi bui e umidi . In questo senso, ricordatevi anche di svuotare il contenitore dietro il frigorifero, deputato a raccogliere l’acqua di condensa e, se possibile, utilizzare un deumidificatore d’aria in bagno o in cucina.

Inoltre, ricorda che gli scarafaggi cercano continuamente fonti d’acqua per sopravvivere e che eventuali perdite o pozzanghere potrebbero attirarli . Quindi, controlla regolarmente i tuoi tubi e prendi le misure necessarie per combattere l’umidità o la muffa per evitare che entrino in casa tua. In effetti, sono soprattutto queste due condizioni a favorirne la comparsa poiché forniscono loro luoghi caldi e umidi per popolarsi. Infine, se avete animali domestici, non dimenticate le crocchette e l’acqua che spesso lasciamo in giro. Anche i cestini e le lettiere vanno cambiati e puliti per evitare che diventino dei veri e propri nidi per queste piccole creature. Avrai capito, mantenere la pulizia della tua casa è fondamentale per prevenirne la comparsa!

Copy