Press ESC to close

Come si pulisce un tagliere?

Accessorio da cucina irrinunciabile, il tagliere è indispensabile per affettare sia la carne che le verdure. È anche importante avere diverse schede in casa per evitare la contaminazione incrociata. In effetti, poche persone sanno come pulire correttamente questo utensile. Tuttavia, è uno dei terreni più fertili per i batteri. Per evitare la pericolosa proliferazione di germi, è fondamentale utilizzare mezzi adeguati per una pulizia impeccabile. Scopri semplici metodi per pulire e disinfettare il tuo tagliere.

Pulizia di un tagliere – fonte: spm

Tagliere: un vero e proprio terreno fertile per i batteri

Si consiglia di fare una pulizia accurata e quasi immediata dopo ogni utilizzo di un tagliere. In effetti, è la base dell’igiene in qualsiasi casa: altrimenti, ti esponi a microbi pericolosi e batteri a rapida diffusione.

Per sbarazzarsene, ci sono molti detersivi disponibili sul mercato, ma sarebbe più saggio optare per soluzioni meno costose e più rispettose dell’ambiente. Ciò ti consente di utilizzare germicidi naturali i cui ingredienti sono probabilmente già nella tua dispensa.

Come si pulisce il tagliere?

Oltre al sale e al limone, che hanno notevoli proprietà detergenti, ci sono altri ingredienti comuni che puoi tranquillamente utilizzare per disinfettare i tuoi taglieri. Eccone alcune:

Con perossido di idrogeno

Grazie a questo prodotto, sarai in grado di bandire rapidamente i batteri indesiderati. Pulisci la tavola su ciascun lato con un tovagliolo di carta imbevuto di perossido di idrogeno. Lasciare in posa per qualche minuto, prima di strofinare nuovamente con acqua tiepida e un panno pulito.

Con aceto bianco

Questo prodotto naturale è rinomato per le sue prestazioni di pulizia e disinfezione. Mescola mezza tazza di aceto bianco e mezza tazza d’acqua. Strofinare accuratamente la superficie della tavola con la soluzione risultante, quindi sciacquarla sotto l’acqua. Se è imbevuto di un odore acido un po’ troppo intenso e sgradevole, è sufficiente aggiungere alla soluzione qualche goccia di succo di limone.

Con sale, bicarbonato di sodio e acido citrico

Questo sì che è un grande trio! Tutto quello che devi fare è mescolare una piccola quantità di ciascuno di questi prodotti. Quindi, immergere una spugna per piatti o un panno morbido per strofinare delicatamente la superficie dell’utensile. Infine, passa al risciacquo. Sarà pulito, deodorato e perfettamente disinfettato!

Cautela

Poiché li usi quotidianamente, è fondamentale che l’igiene dei tuoi taglieri sia sempre impeccabile. Ma non dimenticare di proteggere le mani durante la pulizia. Quindi assicurati di indossare i guanti giusti: questo preverrà l’irritazione della pelle e l’invecchiamento precoce della pelle. Naturalmente, assicurati di lavarti spesso le mani quando tagli carne o pollame.

È anche importante controllare regolarmente le condizioni del tagliere. Se noti segni visibili di usura, è il momento di prendere in considerazione la possibilità di cambiarlo. La presenza di graffi e crepe, che derivano da ferite da taglio, non deve essere presa alla leggera. Questo perché è molto più facile per i microrganismi nascondersi e prosperare in queste parti cave. Per non parlare del fatto che il compito sarà molto più noioso per pulire correttamente i pannelli di plastica.

Copy