Press ESC to close

Come si tolgono i vestiti quasi asciutti dalla lavatrice?

Togliere i vestiti quasi asciutti dalla lavatrice può essere un compito difficile. Indipendentemente dal modello della tua lavatrice, è essenziale conoscere i programmi e i passaggi da seguire per evitare passi falsi. Quindi, c’è un trucco per rimuovere i vestiti lavati con il minimo di umidità e risparmiare così sulle bollette energetiche diminuendo l’uso di elettrodomestici come l’asciugatrice.

Come si tolgono i vestiti quasi asciutti dalla lavatrice?

Ovviamente, durante l’inverno, tutti gli indumenti pesanti come asciugamani e maglioni impiegano molto più tempo ad asciugarsi e nel caso in cui decidiamo di appenderli, la grande quantità di umidità che rimuovono può addirittura portare alla comparsa di muffe nei nostri interni. Per questo motivo, di solito ricorriamo all’asciugatrice ma se vuoi risparmiare energia e togliere i vestiti dalla lavatrice con molta meno umidità,  c’è un trucco che funziona ogni volta.

Come fare?

  1. Tutto quello che devi fare è mettere la lavatrice in modalità centrifuga per rimuovere quanta più acqua possibile, aprire lo sportello e inserire un asciugamano spesso e asciutto.
  2. In questo modo, l’asciugamano sarà in grado di assorbire tutta l’umidità dai vestiti e allo stesso tempo la centrifuga drenerà il bucato.
  3. Quindi puoi appendere i vestiti lavati sullo stendibiancheria, sul balcone o sul terrazzo o puoi anche lasciarli appesi all’interno della casa.
  4. Vedrai che in metà del tempo il tuo bucato sarà asciutto.

Comprendere le etichette di lavaggio degli indumenti

Quando si parla di lavaggio in lavatrice, uno degli aspetti più importanti da considerare è l’iscrizione sulle etichette dei vestiti:

  • Simbolo “Cerchio senza quadrato”: lavaggi speciali

Il simbolo del cerchio (senza un quadrato intorno) è riservato al lavaggio a secco speciale. Fornisce informazioni relative ai processi di lavaggio a secco che vengono eseguiti a livello professionale. L’unica cosa che devi sapere quando li vedi è che non puoi lavare questi tipi di vestiti in una lavatrice domestica.

  • Simbolo del triangolo: uso di agenti sbiancanti

Sia a mano che in lavatrice, alcuni tessuti ti permetteranno di utilizzare la candeggina durante il processo di lavaggio. Per esserne sicuri, è necessario controllare che l’etichetta del capo abbia un triangolo. Se è vuoto, significa che puoi usare la candeggina, se è barrato, non puoi usarla e se vedi le lettere “Cl” all’interno, puoi usare la candeggina solo se il capo è bianco e cotone.

  • Simbolo “Cerchio circondato da un quadrato”: delicati

Il simbolo dell’essiccazione automatica è quello di un cerchio circondato da un quadrato. Se non è incrociato, è perché puoi mettere il capo nell’asciugatrice senza alcun problema. Nel caso in cui sia consigliata l’asciugatura all’aria, si possono trovare due alternative: una che assomiglia a una busta e indica che bisogna appenderla a una corda e un’altra rappresentata da un quadrato con tre linee all’interno e che informa che il capo deve essere asciugato orizzontalmente e senza essere appeso.

  • Simbolo “Ferro barrato”: stiratura

Quando un tessuto non consente la stiratura, vedrai l’icona di un ferro barrato. Non c’è molto mistero. Nel caso in cui possa essere stirato (icona non barrata), l’unica cosa da tenere in considerazione è la temperatura. Se il ferro da stiro ha una o due punte all’interno, si tratterà di tessuti delicati come misto lana e poliestere, quindi non dovresti superare i 150ºC. Se contiene tre punti, si riferisce a tessuti come cotone o lino, che possono resistere fino a 200ºC.

Conoscere le specifiche dei tessuti che usi nel tuo guardaroba normale ti aiuterà a scegliere un tipo di lavaggio, una funzione di asciugatura e i prodotti giusti in modo più saggio per ottenere ottimi risultati. Garantire sempre la massima efficienza durante il lavaggio dei capi prestando attenzione ai simboli sulle loro etichette.

Copy