Votata come il cibo della felicità, da molti sondaggi, la pizza è uno dei piatti preferiti delle persone di tutto il mondo. Gustosa e gustosa, che sia ben caricata o semplicemente vegetariana, piena di salse e formaggi, la pizza rimane un piatto conviviale che spesso condividiamo con la famiglia o gli amici. Tuttavia, comporta alcune regole d’oro per non rovinare l’esperienza culinaria. Sapevi che non dovresti usare un coltello per tagliarlo? Quindi qual è il vero taglio italiano e come prepararlo a casa? Vi diciamo tutto.

Mangia la pizza

Qual è il modo migliore per tagliare una pizza?

Come si tagliano solitamente le fette di pizza? Sappiate che coltello e forchetta sono assolutamente banditi: certamente, in termini di decoro e correttezza, il galateo sociale impone di maneggiare i nostri piatti con le posate. Ma per la pizza è tutta un’altra storia. Se usi un coltello e una forchetta, alteri immediatamente la sua consistenza, che romperà l’armonia del suo gusto che seduce così tanto le papille gustative.

Pertanto, il consiglio degli esperti è quello di trovare un modo per rendere le fette il più precise possibile, in modo chiaro e croccante. Solo in questo modo non si rischia di danneggiare l’impasto. A tal proposito, quindi, sarebbe più opportuno utilizzare le forbici o uno strumento simile per dividere chirurgicamente la pizza. Come regola generale, è consigliabile avere a portata di mano un tagliapizza in acciaio inox, è il famoso rotolo che permette di avere fette perfette.

Leggi anche: Il tagliere è un terreno fertile per i batteri. Poche persone sanno come pulirlo

È vero, è anche possibile utilizzare un coltello grande, la cui lama dovrebbe essere particolarmente affilata. L’importante è assicurarsi che tutti gli ingredienti sopra la pizza possano essere mantenuti intatti il più possibile. Questo è il motivo per cui il taglio deve essere fatto accuratamente. Idealmente, al ristorante in loco o a casa dovrebbe essere chiesto di avere fette già ben divise.

E per i grandi buongustai che non vogliono perdere tempo, consigliamo un metodo semplice: non tagliare la pizza, piuttosto piegarla a metà, ripetere di nuovo la tecnica e otterrete una quota gigantesca!

Fare l'impasto della pizza

Alcuni consigli per preparare la pizza italiana perfetta a casa

Fare la pizza   a casa non è un compito facile. Ecco perché la maggior parte delle persone preferisce mangiarlo direttamente al ristorante o farlo consegnare a casa. E per una buona ragione, se lo inventi nella tua cucina, ci sono una serie di precauzioni da prendere, altrimenti può finire in un disastro. Per non parlare della delusione e della frustrazione che ne conseguono.

Cercheremo di fornirvi alcuni consigli per evitare danni e preparare una deliziosa pizza italiana.

  • Crea il tuo impasto

Come sapete, molte paste già preparate sono disponibili sul mercato. Ma hanno la fastidiosa abitudine di mancare dell’elasticità di cui la pizza ha bisogno per essere davvero leggera, croccante e gustosa. Per evitare la minima delusione, è meglio preparare l’impasto a casa.

  • Non utilizzare il mattarello

La maggior parte delle ricette di pasta per pizza sono relativamente semplici: è fatta da una miscela di farina di pane, olio d’oliva, lievito e zucchero. Una volta ottenuta una pasta omogenea, è il momento di impastare. Mentre può essere una buona idea usare un mattarello, i veri professionisti della pizza sanno che l’unico metodo autentico è a mano. Se hai realizzato correttamente il tuo impasto, ti basterà girarlo e stenderlo su un piano di lavoro per ottenere una forma adatta.

  • Non sovraccaricare la tua pizza

Ora arriva il momento della guarnizione. Una volta spalmata la salsa di pomodoro, sei tentato di incorporare una serie di ingredienti per rendere la tua pizza ancora più gourmet e invitante. Tuttavia, tieni presente che sarà molto difficile manovrarlo e cucinarlo correttamente se lo sovraccarichi di elementi non necessari. Anche se è molto allettante riempirlo con carne e formaggio, ricorda che troppi condimenti possono bagnare la tua pizza e distorcere il suo sapore.

  • Superficie preriscaldata

Uno dei passaggi più importanti nella preparazione di una pizza è quello di posizionare l’impasto su una superficie perfettamente preriscaldata. Se trascuri questo passaggio, corri il rischio di avere al centro un impasto poco cotto e fradicio. Quindi, non esitate a preriscaldare il forno con qualche minuto di anticipo per risparmiare un po ‘di tempo durante la cottura della pizza.

  • Alta temperatura

Prima dell’installazione nel forno, è importante controllare la temperatura. Solo che, come sicuramente saprai, i forni per pizza professionali non funzionano allo stesso modo dei forni domestici. Tuttavia, per creare il perfetto equilibrio tra croccante e morbido, il segreto sta proprio nell’impostazione della temperatura. Sappiate che per preservare gli aromi del ripieno e per una cottura veloce, la pizza deve essere cotta almeno a 400°C.

Ovviamente, il tuo forno tradizionale non supera i 300 ° C, o anche a volte meno. E per una buona ragione: la maggior parte dei piatti pronti ha una cottura che si aggira tra i 180 e i 200 ° C. Quindi, eccoti qui. Come rendere la tua pizza un successo se il tuo forno non può accedere a un calore così forte? Bene, l’unica soluzione è impostare prima la temperatura alla massima potenza in modo che l’impasto si gonfi correttamente e poi allungare un po ‘di più la cottura, controllando regolarmente per evitare passi falsi.

Leggi anche: Perché non dovresti mai lavare un tacchino crudo prima di cucinarlo?

Attenzione: se la cottura è troppo lenta, il ripieno di base potrebbe bagnare l’impasto e non sarà croccante come volevi. Più tempo impiega la tua pizza a cuocere, più inumidisce, contrae e meno gustosa diventa la crosta.

Se l’apparecchio è stato in gran parte preriscaldato quando hai cotto la pizza, puoi contare tra i 12 ei 15 minuti di cottura. E non dimenticare di dare un’occhiata durante l’intero processo!

Leggi anche:Riempio la teglia e la metto in forno. Lo sporco si stacca dalle pareti e dalla griglia da solo

Copy