Press ESC to close

Ecco come realizzare facilmente un assorbitore di umidità per prevenire la muffa in casa

La formazione di umidità è un vero problema che purtroppo colpisce la maggior parte delle case e degli appartamenti. E molto spesso porta alla formazione di muffe in molti angoli dei nostri interni, che nuocciono sia agli edifici che alla salute delle persone che ci vivono. Conseguenza diretta: lo scatenamento di diverse allergie e quindi notevoli problemi respiratori. Gli asmatici, ad esempio, devono assolutamente evitare un ambiente umido! Questo fenomeno, infatti, può compromettere l’abitabilità della casa, perché crea un ambiente insalubre e pericoloso per la salute di tutti gli ospiti, senza contare l’aspetto antiestetico che ne deriva. Fortunatamente, la muffa non è inevitabile. Esistono diversi modi per sbarazzarsene.

Per eliminare rapidamente questi funghi microscopici che invadono le nostre case, ti consigliamo di sviluppare in casa questo deumidificatore molto efficace. Con questo consiglio dite addio alla muffa!

Muffa

Umidità in casa

Sia esteticamente che strutturalmente, l’umidità in casa compromette l’ambiente in cui si vive ogni giorno. Generalmente si riscontrano rigonfiamenti sull’intonaco delle pareti che portano ad una forma di sgretolamento. Nei casi peggiori si verifica una vera e propria corrosione della parete capace di comprometterne l’impermeabilità.

A livello estetico l’umidità porta alla formazione di muffe che, oltre ad essere molto pericolose per l’organismo, conferiscono alla casa un aspetto sporco e invecchiato.

Può sembrare strano, ma questo fenomeno agisce anche a livello psicologico. Vedere ogni giorno una casa umida porta ad una sensazione di disagio e imbarazzo, soprattutto quando si hanno ospiti in casa.

Inoltre, la crescita di queste muffe può portare anche a gravi problemi respiratori causati dall’inalazione delle spore.

Su internet vengono offerti molti rimedi della nonna per risolvere il problema . Tuttavia, queste soluzioni sono molto spesso inefficaci. Certamente aiutano ad assorbire l’umidità dalla casa, ma il problema strutturale resta. È importante capire che la muffa si innesca a causa di infiltrazioni nei muri causate da diversi problemi strutturali. È quindi necessario risolverli a monte per evitare la formazione di umidità.

Apri la finestra

Comportamenti da evitare se in casa c’è umidità

La cosa più spiacevole è che siamo noi stessi a peggiorare la situazione: senza rendercene realmente conto, stiamo alimentando la formazione di umidità e muffe in casa. Certe abitudini e cattivi riflessi, infatti, sono assolutamente da evitare, perché contribuiscono ad alimentare il problema.

Ecco l’elenco delle cose da non fare più quando si vive  in una casa con problemi di umidità  :

  • Non lasciare mai le finestre chiuse dopo aver fatto la doccia: dopo il bagno o la doccia aprire subito le finestre per far uscire il vapore. Altrimenti, accendi un aspirapolvere per sbarazzartene!
  • I mobili non vanno fissati su pareti umide: avvicinando troppo i mobili ad una parete umida si accentuerà il fenomeno e si danneggeranno i mobili stessi. Lascia respirare i tuoi mobili allontanandoli dalle pareti.
  • Non asciugare mai i vestiti in casa. L’essiccazione emette nell’aria particelle d’acqua che contribuiscono notevolmente alla espansione dell’umidità, e quindi alla formazione di muffe.
Sale

Realizza un deumidificatore fatto in casa

Ecco come realizzare da solo un deumidificatore fatto in casa   in grado di asciugare le pareti umide e l’aria della tua casa.

Per preparare questo deumidificatore avremo bisogno innanzitutto di un ingrediente che tutti abbiamo in casa: il sale.

Questo potrebbe sorprenderti, ma il sale da cucina (o sale rosa dell’Himalaya) è l’assorbitore di umidità per eccellenza.

Non è un caso che il sale venga generalmente utilizzato per sciogliere la neve sulle strade. Con il sale rosa alcuni realizzano anche lampade di sale molto utili per affrontare il problema dell’umidità.

Per realizzare il tuo deumidificatore avrai bisogno di una bottiglia di plastica vuota. Togliere il tappo e coprirlo con un pezzo di stoffa. A questo punto avrete realizzato un imbuto. Mettetelo sottosopra, versate il sale grosso nell’imbuto e il vostro deumidificatore sarà pronto.

Il sale grosso presente nell’imbuto attirerà le particelle d’acqua presenti nell’aria e le trascinerà nella vasca sottostante.

Per riuscire a deumidificare una stanza di circa 25 mq contate circa 150 grammi di sale grosso. Quindi regolatevi in ​​base a questi dati.

Deumidificando regolarmente i vostri soggiorni, eliminerete la muffa che vi si annida. Ma come abbiamo sottolineato sopra, il problema dell’umidità va risolto a monte con interventi strutturali, tutti gli altri rimedi sono solo palliativi.

Copy