Press ESC to close

Ecco perché non dovresti mai più usare l’aceto per sbarazzarti delle erbacce

Molte persone pensano ancora che l’aceto sia un buon rimedio naturale contro l’erba. In realtà usare l’aceto in giardino o nell’orto, anche se è davvero efficace, non è affatto una buona idea. Spieghiamo perché.

Nonostante sia spesso consigliato,  anche l’uso dell’aceto in giardino  è da evitare perché è un acido molto aggressivo che, nonostante la sua azione sulle erbe infestanti, non è innocuo per tutte le altre piante che può danneggiare. Inoltre danneggia il suolo, gli insetti ei microrganismi che lo abitano. Maggiore è il contenuto di acido acetico, più dannoso è l’aceto per le piante.

spruzzare giardino

logo pinterest

Spray garden – Fonte: spm

Perché l’aceto dovrebbe essere evitato in giardino?

Sono quindi tanti i motivi per non usare l’aceto nei nostri orti e fiori, che si possono così riassumere:

  • Non distingue tra erbacce buone e cattive
  • Danneggia la pianta (ma non le radici)
  • Danneggia gli organismi del suolo e gli insetti
  • Rimane nel terreno e cambia il livello di Ph, che ha un effetto negativo sulla crescita delle piante
aceto

logo pinterest

Aceto – Fonte: spm

L’aceto presenta anche tossicità e rischi per la salute, come scrive Donatello Sandroni, agronomo e ricercatore di ecotossicologia:

Inoltre, la tossicità orale acuta dell’acido acetico è doppia rispetto, ad esempio, al tanto diffamato glifosato. La DL50 dell’acido acetico – che è anche una sostanza chimica, con grande dispiacere di chi la pensa diversamente – è di 3310 mg/kg, contro i 5600 mg/kg del glifosato.

erbacce

logo pinterest

Infestanti – Fonte: spm

Come sbarazzarsi delle erbacce?

Il metodo più efficace e duraturo rimane il classico diserbo manuale, che va effettuato il prima possibile. Dovrebbe avvenire quando le piante sono ancora piccole e le radici possono essere facilmente estratte. Il momento migliore per rimuovere le erbacce è quando il terreno è umido.

L’acqua calda, considerata un altro metodo efficace ed ecologico, è ormai di uso comune. L’acqua bollente dovrebbe essere versata sulle erbacce, prima che vengano estratte.

Per le erbacce che crescono nelle fughe o tra le piastrelle, è opportuno utilizzare un raschietto per fughe, che estrae le piante e le loro radici dal terreno.

Copy