Se i filtri del rubinetto sono incrostati di calcare, non ha senso utilizzare prodotti chimici dannosi per la salute e per l’ambiente. Puoi eliminare tartaro e calcare utilizzando un consiglio naturale e ingegnoso.

Sapevi che puoi avere rubinetti come nuovi utilizzando ingredienti naturali? Puoi eliminare i depositi biancastri usando una tecnica semplice ed efficace.

Come rimuovere il calcare dai filtri del rubinetto?

Il calcare può presto essere responsabile di depositi biancastri ed antiestetici. Ciò influisce anche sui filtri del rubinetto  in cui  si accumula  il calcare . Questi aloni possono essere difficili da eliminare, anche con prodotti per la pulizia industriale. Fortunatamente, è possibile decalcificare i filtri del rubinetto utilizzando un metodo del tutto naturale. Affinché i risultati siano perfetti, dovrai effettuare una pulizia regolare utilizzando questi prodotti ecologici.

Se i filtri del rubinetto mostrano tracce di calcare o depositi di calcare, ciò potrebbe incidere negativamente sui tubi. Ecco perché è importante pulire regolarmente la rubinetteria, sia in bagno che in cucina. Utilizzando ingredienti ecologici,  i tuoi rubinetti riacquisteranno tutta la loro funzionalità . Grazie in particolare all’aceto bianco, considerato un disincrostante naturalmente potente ed economico in grado di combattere questi depositi minerali. Ti aiuterà a sbarazzarti delle incrostazioni che possono accumularsi nei filtri dei tuoi rubinetti.

Rubinetto con impurità. fonte: sp

 

Come pulire il filtro del rubinetto?

Per rimuovere le incrostazioni da questa parte della rubinetteria, iniziate svitando il filtro in modo da usare meno forza possibile. Una volta svitato il rubinetto, rimuovere lo sporco visibile e immergere il montalatte in una  miscela di acqua calda e aceto bianco per tutta la notte . Questa azione consentirà di combattere efficacemente il tartaro presente. Dopo aver asciugato la stanza con un panno in microfibra, rimonta il rubinetto e testa il flusso dell’acqua per assicurarti che l’acqua scorra correttamente. Per evitare depositi di tartaro ripetere l’operazione una volta al mese. Si tratta di un trattamento anticalcare naturale e semplice da effettuare.

La soluzione per combattere il calcare. fonte: sp

 

Come togliere il calcare dal rubinetto?

Per combattere il calcare che attacca i tuoi rubinetti, l’aceto bianco sarà ancora una volta il tuo migliore alleato. Inizia scaldando un bicchiere di aceto bianco. Poi, prendete uno o due fogli di carta assorbente e immergeteli nell’aceto bianco riscaldato, ricordandovi di inzupparli bene. Posiziona la carta umida sul rubinetto e lasciala accesa tutta la notte. Per finire, basta strofinare energicamente con un vecchio spazzolino da denti. I depositi biancastri ed antiestetici saranno scomparsi ed i tuoi rubinetti riacquisteranno tutto il loro splendore!

Eliminare i depositi di calcare. fonte: sp

 

Acido citrico, una soluzione alternativa contro il calcare presente nel tuo rubinetto

Per pulire la superficie del rubinetto e rimuovere eventuali depositi di calcare, potete utilizzare anche l’acido citrico. Un ingrediente che consentirà una disincrostazione profonda. Basta mescolare un cucchiaio di acido citrico con una spruzzata d’acqua per ottenere una pasta omogenea. Applicalo sui rubinetti e attendi un’ora. Usando uno spazzolino da denti o un panno in microfibra, strofina la superficie e risciacqua.

Per combattere le incrostazioni causate dal calcare sui rubinetti non sono necessari prodotti chimici o nocivi. Puoi combattere il tartaro e i depositi di calcare utilizzando prodotti naturali, come l’aceto bianco.

Copy