Avere piante in casa favorisce un ambiente di vita più piacevole per illuminare una casa. Alcune piante filtrano l’aria e sono state persino approvate dal Ministero dell’Agricoltura come piante sane e utili in una casa. Tuttavia, gli specialisti del Feng Shui, questa filosofia di origine cinese, ritengono che alcuni fiori possano portare sfortuna e dovrebbero quindi essere vietati.

Scopri quali sono questi fiori che non dovresti tenere in casa per molto tempo perché possono metterti nei guai.

Fiori marci

Quali fiori non dovresti tenere a casa?

I fiori di solito simboleggiano la gioia e l’allegria in un evento, ad esempio, e sono un bel regalo da offrire o semplicemente offrire a te stesso. Tuttavia, i fiori appassiti, anche quelli belli, devono essere rimossi dalla casa per una serie di motivi.

Leggi anche: Versatene un po’ sui vostri gerani e fioriranno subito: saranno rigogliosi come mai prima d’ora

Prima di tutto, i fiori appassiti, rappresentano un magnete per la polvere che non può essere rimosso. La muffa può anche depositarsi per coprire questi fiori, che sarebbero dannosi per la nostra salute. Se questi fiori rimangono in casa, può causare seri problemi respiratori a causa della muffa. Vi consigliamo quindi di buttarli via.

Gli specialisti del Feng Shui spiegano anche che i fiori antichi tenuti troppo a lungo in un vaso influenzerebbero la circolazione dell’energia positiva, chiamata “Chi”. Questa energia è responsabile dell’armonia, della salute e del benessere delle persone che vivono in una casa. Quindi, quando i fiori appassiscono e assorbono le buone vibrazioni in una casa, questa energia viene persa.

I fiori appassiti o secchi sono anche il simbolo della morte e del decadimento, attirano solo energie negative.

Allo stesso modo dei fiori appassiti, i fiori di plastica o qualsiasi altro oggetto che assorbe energia nelle vicinanze dovrebbero essere evitati. In particolare, l’immagine di una situazione o di un evento che ti è spiacevole. Questo può caricare un posto in cattive vibrazioni.

Quali sono i cosiddetti fiori e piante “sfortunati”?

Alcune piante filtrano l’aria, portano gioia e benessere in una casa mentre altre piante porterebbero onde negative. Ecco alcuni esempi:

Leggi anche: Riesci a trovare la tartaruga nascosta tra i fiori? Scopri la risposta

  • Cactus: È una pianta esteticamente carina, ma secondo i precetti del Feng Shui, le piante a spillo come cactus e acacia spinosa portano sfortuna in casa. Metti sempre i tuoi cactus fuori: sul balcone, sulla terrazza o in giardino!
Ortensia in vaso

  • Ortensie: anche se graziose e delicate, queste piante simboleggiano l’isolamento, il fallimento e la solitudine. Quindi evita di metterli all’interno della tua casa. Se vuoi davvero tenerli, mettili all’aperto invece di sbarazzarti delle cattive vibrazioni.
  • Gerani: Queste piante portano anche molta negatività. Sebbene siano molto apprezzati, si consiglia vivamente di lasciarli fuori per abbellire la terrazza.

Altre piante portano sfortuna secondo il Feng Shui, come il tamarindo, il cotone, la Vachellia nilotica, le piante morte, i bonsai e i Mehendi.

Tutti i fiori non sono quindi simbolo di gioia e benessere, bisogna non solo saperli scegliere ma anche evitare di farli appassire in casa.

Leggi anche: Quando fa freddo, i giardinieri applicano questo trucco per una spettacolare fioritura di ortensie in primavera

Copy