Avere piante in casa è sempre meraviglioso, decorano la nostra casa, armonizzano e riempiono gli spazi di energia positiva e, sebbene avere un giardino in casa possa rappresentare un lavoro un po ‘pesante, ha le sue grandi ricompense come scacciare alcuni parassiti e avere sempre elementi utili a portata di mano per cucinare, ecco perché oggi ti insegneremo come cucinarei chiodi di garofano in pentola per aromatizzare la tua casa.

L’albero chiodo o clavero può raggiungere fino a 20 metri di altezza nel suo ambiente naturale, ma quelli che vengono coltivati non superano quasi mai i 5 metri; Inoltre, è un albero a crescita lenta e può vivere fino a 100 anni. La coltivazione di questi alberi avviene per talea o per seme.

I chiodi di garofano sono i germogli secchi dell’albero e vengono utilizzati per condire i nostri stufati e aromatizzare le ricette al forno, ma hanno anche molte proprietà benefiche per la nostra salute:

  • Aiuta a fermare la crescita del tumore e promuove la morte delle cellule tumorali
  • Ha proprietà antiossidanti
  • Contiene eugenolo, un composto chimico anti-cancro
  • Ha proprietà antibatteriche
  • Migliora le funzioni epatiche
  • Riduce l’infiammazione del fegato
  • Aiuta a invertire i segni di cirrosi epatica
  • Migliora la funzione  delle cellule insuliniche
  • Previene la comparsa di ulcere gastriche

Chiodi di garofano in vaso

Impara come coltivare chiodi di garofano in vaso per aromatizzare la tua casa

Materiali:

  • 1 vaso con substrato
  • Film plastico
  • Semi di chiodi di garofano, ma devono essere freschi

Passo dopo passo:

  1. I semi come li conosciamo comunemente sono secchi e quindi non possiamo germinarli, ne servono alcuni freschi
  2. Metti semi freschi sul substrato, non c’è bisogno di seppellirli
  3. Innaffiali
  4. Coprirli con pellicola di plastica
  5. Posizionare alla luce diretta del sole
  6. Annaffiare abbondantemente
  7. Anche se con le settimane inizieranno a germogliare, queste piante hanno bisogno di almeno 6 anni per fiorire.

Cura:

  • Il suo periodo di raccolta inizia a dicembre e termina a febbraio
  • Richiede abbondanti annaffiature senza ristagni
  • Ha bisogno di molta luce da solo
  • Sarai a tuo agio in una temperatura compresa tra 20° e 30°C
  • Nella stagione fredda è meglio averlo dentro casa e uscire a prendere il sole a mezzogiorno
Copy