Il tuo cesto di frutta è continuamente invaso da parassiti? Sai, quei minuscoli insetti marroni che spesso scambiamo per zanzare. Infatti, sono chiamati “moscerini della frutta”. In termini assoluti, queste piccole creature sono innocue, non ti mordono, se è questo che ti preoccupa. Ma, in verità, sono estremamente fastidiosi poiché si riuniscono in massa intorno al tuo frutto e possono trasmettere malattie. Abbastanza per toglierti l’appetito!

Trappola N°1: Aceto di mele e detersivo per piatti

Per dire addio  ai moscerini della frutta, ecco una prima trappola semplice da realizzare, ma comunque potente. Come bonus, non ti costerà molto: probabilmente hai già aceto di mele e detersivo per i piatti a casa.
Intrappolare aceto e detersivo per piatti per sbarazzarsi delle mosche

Come fare?
  1. Prendete un barattolo, versateci un po’ di aceto di mele e qualche goccia di detersivo per piatti. Mescolate bene i due ingredienti e coprite il contenitore con un foglio di carta stagnola.
  2. Quindi, usa uno spillo per fare piccoli fori nella foglia, abbastanza larghi da consentire il passaggio delle mosche.
  3. Quindi, fissare la pellicola con l’anello del coperchio del barattolo, ma non avvitarla completamente. Attacca un altro pezzo di foglio di alluminio a questo anello usando un elastico. Fai dei fori con cura anche in questa parte (dovrebbe esserci un piccolo spazio tra il e il strato di pellicola).
  4. Ma attenzione, non praticare fori extra nella parte interna del foglio di alluminio. I fori non devono essere allineati l’uno con l’altro, altrimenti i moscerini della frutta potrebbero uscire di più.

FYI

Perché questo metodo è efficace? Semplicemente perché i moscerini della frutta sono attratti dall’odore della fermentazione. E si dà il caso che amino l’odore fermentato dell’aceto di mele. Quindi l’idea è quella di adescarli con questo ingrediente che amano e una volta che sono nel barattolo, non saranno in grado di uscire facilmente, a causa  degli strati di carta stagnola.  Una volta intrappolati all’interno, finché non si rimuove il coperchio, non avranno davvero scampo. E il detersivo per i piatti aiuta anche a ucciderli più velocemente. Suggerimento: se la tua trappola non funziona come desideri, aggiungi altro sapone al gusto di frutta.

Trappola n. 2: bottiglia di plastica

Quest’altro metodo popolare consiste nel creare  una trappola da una bottiglia di plastica. Vedrai, è semplice armeggiare.
Trappola per bottiglie di plastica per rimuovere le mosche

Come fare?
  1. Fai qualche piccolo foro nel coperchio di una bottiglia di soda o acqua minerale (2 litri).
  2. Riavvitare il coperchio, tagliare il terzo superiore della bottiglia e metterlo da parte. Versa un’esca attraente: ad esempio, aceto di mele, succo di frutta, vino o birra sul fondo della bottiglia.
  3. Quindi capovolgi la parte superiore della bottiglia e posizionala capovolta con il tappo come se stessi formando un imbuto verso il basso.
  4. Sigilla la parte superiore della bottiglia con del nastro adesivo per assicurarti che tenga correttamente.
  5. Tutto quello che devi fare è posizionare la tua trappola vicino a dove di solito si riuniscono i moscerini della frutta.

FYI

Perché questo metodo è efficace? Stesso principio, questi insetti seguiranno il loro olfatto direttamente verso questa trappola. I moscerini della frutta saranno attratti come una calamita dal liquido dolce e aceto. Saranno in grado di infilarsi facilmente, ma la forma a imbuto impedirà loro di scappare. E presto, sono completamente bloccati! Il vantaggio di questo metodo è che non dovrai preoccuparti della pulizia. Sarai in grado di buttare via la bottiglia e mettere insieme un’altra trappola.

Trappola N°3: Cono e barattolo di carta

Anche la nostra ultima tecnica non è complicata da realizzare. Per intrappolare questi parassiti, avrai semplicemente bisogno di un cono di carta e di un barattolo.
Trappola con cono di carta e barattolo per rimuovere le mosche

Come fare?
  1. Formate un cono di carta con un piccolo foro sul fondo. Devi inserirlo nel barattolo, ma assicurati che non tocchi completamente il fondo. Non importa se il cono è molto più grande del contenitore. Infatti, i lati del cono e il bordo del barattolo dovrebbero formare una sorta di incastro senza spazi vuoti.
  2. Incolla il lato del cono di carta per mantenerne la forma e mettilo da parte.
  3. Quindi, prendi un po’ di frutta avanzata da mettere sul fondo del barattolo. Anche le bucce di mela o banana andranno bene.
  4. Infine, metti il cono di carta in posizione e fissalo con del nastro adesivo attorno al barattolo per sigillarlo saldamente.

FYI

Perché questo metodo è efficace? La buccia e i frutti avanzati in questa trappola attireranno irresistibilmente le piccole mosche. Soprattutto se sono molto succosi, come l’ananas ad esempio, uno dei loro frutti preferiti a quanto pare. Combinando le dimensioni del piccolo ingresso della trappola con la forma creata dal cono di carta, sarà difficile, se non impossibile, per loro ritrovare la strada per l’uscita. La scommessa ha pagato! Importante: assicurati di non allargare troppo il foro nel cono di carta, altrimenti le mosche non avranno problemi ad andare e venire. Nota: se ritieni che queste trappole fatte in casa non siano così conclusive come avresti voluto, allora c’è ancora la soluzione di acquistare trappole commerciali nei negozi. Detto questo, quando si tratta di efficienza, sono tutti uguali. Ma forse hai una vera e propria invasione in casa. In tal caso, tutte le opzioni sono buone da prendere!

Consigli pratici: i passi da compiere per anticipare un’invasione di mosca della frutta

Ora che hai le migliori trappole per contrastare i moscerini della frutta, sarai sollevato di sradicare questo problema a casa. Almeno temporaneamente. Perché, se la minaccia è ricorrente, sarebbe bene anche prendere alcune precauzioni per anticipare questa invasione e fermarla alla fonte. Tieni presente che queste trappole fai-da-te saranno davvero efficaci solo se stabilisci buone abitudini su base giornaliera. Eccone alcune:
  • Lava e conserva in frigorifero il cibo quando lo porti a casa (poiché i moscerini della frutta vengono spesso trasportati all’interno dei prodotti). Tieni presente che più a lungo li lasci maturare a temperatura ambiente, più attireranno questi parassiti. Senza contare che le uova di mosca, deposte in superficie, possono schiudersi e trasformarsi rapidamente in mosche adulte.
  • Evita il più possibile di lasciare i bicchieri di succo di frutta, vino o birra all’aria aperta. Ricordati inoltre di sciacquare sempre bene le bottiglie prima di riciclarle. Se non vengono lavati correttamente, il minimo residuo potrebbe attirare i moscerini della frutta.
  • Assicurati di non tenere gli avanzi di cibo sul bancone della cucina, nel lavandino o sul tavolo da pranzo. E se hai un bidone del compost, controlla se perde e svuotalo regolarmente.
  • Svuota i bidoni della spazzatura più spesso in modo da non accumulare spazzatura. Assicurati di chiuderli sempre ermeticamente con i loro coperchi. E pulirli accuratamente per non attirare i parassiti.
  • Pulisci frequentemente lo scarico del lavello della cucina e lo smaltimento dei rifiuti in modo da non accumulare avanzi di cibo in decomposizione. Dite a voi stessi che questo è un terreno favorevole per la riproduzione dei moscerini della frutta.
  • Per sbarazzarsene, è sempre più saggio rilevare la fonte di questi moscerini della frutta. Da non confondere, però, con le mosche tradizionali.

Domande frequenti

Qual è il metodo più veloce per sbarazzarsi dei moscerini della frutta?

Tenere lontani i moscerini della frutta non è una cosa scontata. Dovrai massimizzare i tuoi sforzi: igiene e sanificazione sono le tue parole d’ordine. Innanzitutto, è necessario identificare e cercare di eliminare le potenziali fonti di moscerini della frutta. Quindi rimuovi tutto ciò che potrebbe attirarli e conserva correttamente la frutta. Da lì, questi indesiderabili inizieranno a scomparire. Naturalmente, le trappole possono accelerare il processo bloccando le mosche rimaste.

Quale esca attira di più i moscerini della frutta?

Prima di tutto, la buona notizia è che non sono difficili da adescare. Sono irresistibilmente attratti dalla frutta matura (o addirittura marcia) e da tutto ciò che odora di fermentazione. Amano anche l’aceto di mele, gli scarti di frutta succosa e le bucce d’ananas.

Perché ci sono moscerini della frutta nel mio bagno?

Di solito, i moscerini della frutta sono più visibili in cucina o in qualsiasi altro luogo in cui si trovano cibi fermentati. Se è vicino al bagno, potrai trovarne anche un po’. Ma, se noti una presenza persistente in quella zona della casa, probabilmente si tratta di “mosche di drenaggio”. Possono essere facilmente confusi con i moscerini della frutta. Tuttavia, questi insetti si distinguono per il loro aspetto polveroso, simile a una falena, con antenne simili a piume.

Il bicarbonato di sodio è un buon modo per sbarazzarsi dei moscerini della frutta?

Naturalmente, se i tuoi scarichi sono regolarmente puliti e igienici, sarai in grado di controllare maggiormente il problema e sentire meno la presenza di mosche della frutta e del drenaggio. C’è davvero un rimedio pratico per i parassiti: 1/2 tazza di bicarbonato di sodio, 1/2 tazza di sale e 1 tazza di aceto. È la soluzione ideale per pulire frequentemente gli scarichi e allo stesso tempo uccidere le larve di mosca di drenaggio. È molto semplice da applicare: versare il composto per una notte e lasciarlo in posa con calma. Il giorno dopo, versa l’acqua bollente nello scarico. Sentirai una netta differenza! Un consiglio: se pulisci regolarmente gli scarichi, il problema delle mosche sarà un lontano ricordo.

Queste trappole funzionano anche su altri parassiti?

Queste trappole prendono di mira principalmente i moscerini della frutta, ma possono attirare altri insetti come le zanzare, ad esempio. Detto questo, ci sono ancora molte soluzioni semplici e completamente naturali per scacciare altri insetti volanti come i moscerini dei funghi e le mosche del drenaggio. Poiché tutte le specie di parassiti sono diverse, la gestione dei parassiti deve essere adattata a ciascuna specie.
Copy