Non importa quanto tempo hai o quanto sei affamato, una porzione di pasta è sempre benvenuta. Tuttavia, molte persone commettono errori quando li cucinano. Ecco il segreto svelato da uno dei più grandi chef italiani per rendere il tuo piatto di pasta un successo e scoprire tutti gli errori che devi evitare.

 

Lessare la pasta

Quanto tempo ci vuole per cuocere la pasta?

La pasta è uno dei piatti più facili da cucinare, ma questo piatto può sicuramente essere migliorato. Nel corso degli anni, diversi chef hanno rivelato i molti errori che le casalinghe fanno quando servono questa specialità italiana.

Che si tratti di versare l’acqua della pasta nel lavandino  o di non scegliere la giusta porzione di pasta, questi errori vengono ripetuti più e più volte.

Leggi anche: Come preparare le uova strapazzate cremose? Un ingrediente segreto fa la differenza

Fortunatamente, per la maggior parte di questi errori, esiste una soluzione rapida ed efficace.

Il celebre chef Aldo Zilli ha dichiarato al quotidiano britannico The Mirror che la pasta troppo cotta è uno degli errori più comuni.

Lo specialista consiglia di togliere la pasta dal fuoco, due minuti prima dell’ora indicata sulla scatola. “La pasta secca è un alimento che la maggior parte delle persone tende a cuocere troppo. Molti ristoranti li preparano e li servono troppo cotti.

La pasta deve finire di cuocere nel sugo. Se state preparando la pasta, fatela cuocere per due minuti in meno, poi aggiungetela al sugo con l’acqua di cottura e terminate la cottura nel sugo. In questo modo, la pasta assorbirà tutti i sapori. »

Inoltre, quando si cucina la pasta, l’esperto consiglia di utilizzare il foro nel cucchiaio di pasta.

Il buco del cucchiaio della pasta

A cosa serve il buco nel cucchiaio della pasta?

Sebbene la maggioranza pensi erroneamente che questo spazio sia destinato a drenare l’acqua, il foro nel cucchiaio della pasta ti aiuta a misurare le dimensioni di una porzione (per una persona). Basta mettere la pasta secca nel buco per misurare la giusta quantità.

Piatto di spaghetti

Perché è importante bollire la pasta in abbondante acqua?

In Italia, la pasta migliore viene cotta secondo il principio del tempo assegnato. È tutta una questione di tempo, la quantità di pasta, la quantità di sale aggiunto al piatto e infine il sugo preparato. Se alcuni si lamentano spesso che la pasta si attacca, gli italiani preferiscono cucinarla perfettamente al dente.

Un dettaglio molto importante, che gli italiani prendono in considerazione, è l’uso di una grande pentola da cucina per bollire la pasta. La quantità di acqua utilizzata nella preparazione di questo piatto è molto importante. Se si utilizza una grande casseruola piena d’acqua, l’amido avrà abbastanza spazio per diluirsi durante il processo di ebollizione. Altrimenti, il risultato finale non sarà altro che pasta morbida. Quindi, se fai bollire la pasta nella giusta quantità di acqua, non si attaccherà più.

Leggi anche: Come sbarazzarsi dell’odore di frittura del pesce? Basta mettere 1 ingrediente nell’olio

Il consiglio in più: puoi usare l’acqua di cottura della pasta per preparare il sugo (versa da 2 a 3 cucchiai di acqua di cottura nel tuo sugo). Infatti l’amido della pasta permette di dare più cremosità alla salsa di pomodoro per esempio. Se ti è rimasta dell’acqua di cottura, perché non versarne un po ‘sulle piante? È un fertilizzante naturale apprezzato dalle piante.

Leggi anche: Lasciare il mestolo nella padella è una pessima idea. Ecco perché

Copy