Alcune convinzioni sul riscaldamento ti fanno spendere di più. Dimenticateli per fare enormi risparmi.

Anche se il freddo è ormai arrivato, è difficile mantenere la casa calda senza far salire alle stelle la bolletta energetica. Tuttavia, secondo un esperto di energia verde, molte persone hanno “convinzioni” sul riscaldamento invernale, alcune delle quali rendono le case meno efficienti dal punto di vista energetico. Molte persone pensano che alzare il termostato al di sopra della temperatura desiderata riscalderà la casa più rapidamente.

Uno specialista britannico, Llewellyn Kinch, di MakeMyHouseGreen.com, sottolinea che “per la maggior parte dei sistemi, ciò non farà altro che aumentare la temperatura finale e rischiare di surriscaldare la casa”. D’altra parte, questo non lo farà riscaldare più velocemente. “Poiché questi sistemi funzionano a velocità costante, non c’è nulla che tu possa fare per accelerare il processo”. Ciò significa che devi semplicemente impostare il termostato sulla temperatura finale desiderata.

La questione più dibattuta riguarda l’utilizzo quotidiano del riscaldamento: è meglio spegnere il riscaldamento quando si è assenti? Alcuni consigliano di lasciarlo acceso, altri di spegnerlo. Non è facile da trovare. Il professionista spiega che “i moderni sistemi di riscaldamento raggiungono rapidamente la temperatura desiderata, quindi non è necessario lasciare il riscaldamento acceso tutto il giorno.

Al contrario, può portare a un consumo energetico eccessivo e al surriscaldamento della casa. La soluzione a questo problema è optare per i cronotermostati. “I termostati programmabili e i sistemi di casa intelligente possono ottimizzare l’uso del riscaldamento, consentendo di impostare un programma per accendere e spegnere il riscaldamento e quindi ridurre il consumo energetico complessivo”, spiega l’esperto. Ci sono però alcune eccezioni, “come le pompe di calore che funzionano in modo più continuo”.

Aggiunge anche che molte persone pensano che il calore si disperda attraverso porte e finestre. Ma questi non sono gli unici elementi da tenere in considerazione. “Sebbene il calore possa essere disperso in questo modo, altri colpevoli includono uno scarso isolamento, spazi non sigillati e un’insufficiente protezione dalle intemperie”, afferma. “Quindi è necessario affrontare tutte queste aree quando si cerca di apportare miglioramenti domestici in termini di risparmio di energia e calore”. Infine, se sei davvero a corto di soluzioni, c’è ancora la possibilità di migliorare il tuo sistema di riscaldamento. Sebbene i costi iniziali siano elevati, saranno compensati dal risparmio a lungo termine sulle bollette. L’esperto afferma che “i sistemi più recenti funzionano in modo più efficiente e utilizzano meno energia, il che riduce significativamente le bollette energetiche”. 

Copy