Con l’avvicinarsi dell’inverno e delle notti fredde, il riscaldamento diventa sempre più richiesto. Questi elettrodomestici mantengono sicuramente calda la casa, ma possono anche aumentare la bolletta energetica. La buona notizia è che puoi continuare a utilizzare il tuo riscaldamento, risparmiando energia, con un semplice gesto.

Risparmia tra 20 e 70 euro al mese sulla bolletta energetica applicando la regola 1:1.

 

Per stare al caldo risparmiando energia, puoi adottare alcune azioni ecosostenibili, pratiche e facili da integrare nella tua vita quotidiana. In questo modo potrai utilizzare il riscaldamento, senza che la bolletta ne risenta.

Come utilizzare il riscaldamento senza causare un consumo eccessivo di energia?

Riscaldati quando fa freddo. fonte: sp

 

Per ridurre la bolletta energetica, pur continuando a utilizzare il riscaldamento , basta abbassare il termostato di 1 grado, sottolinea la Commissione europea in un articolo pubblicato sul quotidiano BFMTV.  Questo può sembrare insignificante, ma potrebbe farti  risparmiare fino al 7% di energia sulla bolletta.  Tieni presente che non ha senso impostare il termostato della caldaia su una temperatura elevata per riscaldare la tua casa. Nei soggiorni è sufficiente una temperatura di 19°C. Per quanto riguarda le camere da letto  si consiglia una temperatura di 17°C.  Inoltre, il corpo ha bisogno di rinfrescarsi per poter dormire meglio. In effetti,  questo freddo che tanto temiamo ci incoraggia ad addormentarci.  Riducendo la temperatura della stanza, aiuti il ​​cervello ad abbassare la temperatura corporea, facilitando il sonno. Tieni inoltre presente che il surriscaldamento della casa fa male alla salute. Questo secca l’aria,  il che può causare mal di testa,  irritazione alla gola o bruciore agli occhi.

Termosifone. fonte: sp

 

Quali sono altri suggerimenti per risparmiare energia quando si utilizza il riscaldamento?

Per evitare di avere una bolletta salata a fine mese, è consigliabile  abbassare il riscaldamento  o  spegnerlo completamente di notte,  o quando non c’è nessuno in casa, purché si abbia un buon isolamento. Puoi anche pensare  di installare valvole termostatiche  sui radiatori ad acqua calda del riscaldamento centralizzato. In questo modo potrai regolare manualmente la temperatura di ogni stanza, in base alle tue esigenze, ed evitare così  di riscaldare inutilmente tutta la casa alla stessa temperatura.

Riduci il consumo energetico. fonte: sp

 

Per evitare un consumo eccessivo di energia, è importante anche  avere un buon isolamento termico.  Altrimenti non otterrai mai il comfort termico desiderato,  anche se accendi il riscaldamento al massimo.  Ciò non farà altro che aumentare la tua bolletta. Per verificare l’isolamento della tua casa, esamina lo stato dei tuoi muri; se noti  la presenza di muffe,  significa che la tua casa è poco isolata. Altri segnali sono evidenti, come la presenza di umidità in casa,  oppure spifferi vicino alle finestre.  Queste infiltrazioni d’aria dimostrano che l’isolamento delle finestre è debole. Potresti anche scoprire che le superfici della tua casa sono sempre fredde. Detto questo, per evitare dispersioni di calore e ridurre l’uso del riscaldamento, è importante  migliorare l’isolamento della casa.  Per fare ciò, considera l’installazione di tende termiche su finestre e vetri. Questo tipo di tenda offre un migliore isolamento e può quindi  mantenere la temperatura di una stanza.  Per evitare dispersioni di calore attraverso il pavimento, puoi  mettere tappeti o moquette  nelle stanze della tua casa. Infine, per una buona distribuzione del calore in casa, potete posizionare dietro al termosifone un grande foglio di alluminio. In questo modo si evita che il calore distribuito si disperda attraverso la parete, ed è questo che permette  di distribuire il calore in modo uniforme in tutta la stanza,  evitando dispersioni.

Grazie a questi semplici gesti potrai riscaldare la tua casa quando le temperature scendono, oltre a ridurre la bolletta energetica.

Copy