Press ESC to close

Scopre un topo nella sua lattina di Coca-Cola

Gli esperti di salute continuano a dirlo: il consumo di bevande zuccherate rappresenta una minaccia significativa per la nostra salute. Tuttavia, ora si scopre che gli ingredienti in esso contenuti non sono sempre l’unico rischio per la nostra salute. Le  Parisien riferisce che un francese di 34 anni afferma di averne avuto la sfortunata esperienza. Infatti, il giovane ha scoperto un roditore morto nella sua lattina mentre cercava di buttarlo via dopo aver ingoiato tutta la soda. 

Damien, un jeune homme de 34 ans a vécu ce que l’on pourrait considérer comme étant le pire cauchemar de tout musophobe : il a découvert le corps d’un rongeur dans la canette de Coca-cola qu’il venait d’avaler en intero. Naturalmente ha subito contattato l’azienda per chiedere spiegazioni e riparazioni, ma è rimasto sorpreso dalla loro risposta.

Fatti

La storia si svolge a Varennes-sur-Seine: il 7 marzo 2019, Damien ordina una pizza e una lattina di coca cola nel ristorante dove si reca abitualmente con i suoi colleghi, vicino a Fontainebleau. Decide di non bere la soda durante il pasto, ma piuttosto mentre torna a casa dopo il lavoro.

Così, una volta a casa, Damien beve la sua lattina inutilizzata e la svuota delle ultime gocce per evitare che il fondo scorra nella spazzatura. Solo, Damien sente un certo peso e si rende conto che non è vuoto. Scopre con orrore che questo peso era dovuto alla presenza di un  roditore morto  nel suo barattolo.

topo di coca cola

logo pinterest

notizia

“Hanno avuto un brutto quarto d’ora”

Il primo istinto di Damien è stato quello di chiamare Coca-Cola per informarli dell’accaduto e chiedere spiegazioni: “Ho chiamato subito Coca-Cola e si sono divertiti molto”.  Tuttavia, gli hanno chiesto di inviare loro la lattina in questione per analizzarla e si sono rifiutati di credergli, affermando che la sicurezza della loro linea di produzione era infallibile e che questo incidente non poteva quindi essere originato da loro.

Damien si è poi recato alla stazione di polizia  con l’intenzione  di sporgere denuncia contro Coca-cola, ma è stato rimandato a casa da agenti che gli avrebbero raccomandato di “trovare soluzioni su Internet”.

La Coca-cola reagisce

Se Damien ritiene che il roditore doveva essere presente nella lattina durante il processo di distribuzione delle singole dosi, il colosso americano sostiene che le sue lattine vengono “sistematicamente capovolte e risciacquate da potenti getti, e sono sottoposte a un controllo costante che ne garantisce la perfetta igiene ”.

“La mia vita vale più di un pacchetto di Coca-Cola”

Per risarcire il giovane francese, la multinazionale gli ha offerto un buono per l’acquisto di una confezione di Coca-cola!

 Riguarda la mia salute e, essendo padre di due figli, la mia vita vale molto di più di un pacchetto di Coca-cola come buono”, si è indignato in un video pubblicato dai nostri colleghi del parigino.

Rischio di infezione da leptospirosi

Il rischio maggiore corso da Damien è stato quello di contrarre la leptospirosi, una malattia infettiva  che in Francia colpisce  ogni anno 600 persone. Health Passport  spiega che questa condizione è causata da un batterio del genere  Leptospira,  e trasmesso principalmente da roditori che ospitano il batterio nei loro reni, trasmettendolo così attraverso le loro urine. Se la soda consumata da Damien fosse stata contaminata da urina di ratto, questo incidente avrebbe potuto avere conseguenze sulla sua salute.

Un rischio scongiurato

Dopo l’incidente, il giovane ha contattato il medico per paura di aver contratto la leptospirosi, ma il medico gli ha spiegato che i succhi gastrici avrebbero già dovuto neutralizzare eventuali batteri.

Poco convinto, si è recato al centro ospedaliero più vicino che lo ha reindirizzato al centro antiveleni: “Mi hanno chiesto di vigilare sulla mia salute per 21 giorni”.

Copy