Ami le piante, ma non riesci a mantenerle in vita per più di qualche mese? Non si nasce con il pollice verde, ma si può imparare! Per salvare le tue piante, ecco le domande giuste da porsi secondo uno specialista.

No, non sei maledetto! Avere il pollice verde non è da tutti, ma prestando attenzione alle tue piante e seguendo questi suggerimenti, dovresti cavartela. Sul loro account Tiktok   plantabulle.fr , due amanti delle piante verdi ci raccontano le domande da porsi se uccidi tutte le tue piante.

  • L’esposizione è buona? Alcune piante preferiscono stare alla luce del giorno, altre all’ombra parziale. Ma raramente tollerano il pieno sole o la completa oscurità. A seconda della pianta che avrai scelto, dovrai sceglierne attentamente la collocazione. Chiedi consiglio ai venditori al momento dell’acquisto sulla posizione ideale per la tua pianta ed evita il pieno sole dietro un vetro e una stanza senza finestre.
  • Sto annaffiando abbastanza la mia pianta? O al contrario, lo sto annaffiando troppo? Alcune piante avranno bisogno di una grande scorta d’acqua, altre no, col rischio di vedere le loro radici marcire. Nei commenti del video troviamo il consiglio di optare per l’oyas, “la pianta prenderà ciò di cui ha bisogno in termini di acqua”.

Se rispondi sì a queste prime due proposizioni, poniti le seguenti due domande:

  • Il vaso è della misura giusta? Né troppo grande né troppo piccolo?
  • Drena bene sul fondo? L’acqua non deve ristagnare sul fondo.

Se la risposta è ancora sì, chiediti delle malattie e dei parassiti:

  • Ci sono piccole creature sugli steli e sulle foglie?
  • Esistono bozzoli bianchi?
  • Ci sono punti anomali?
  • Esistono delle belle ragnatele?

Se la risposta è sì a una di queste domande, non lasciare che il problema si trascini e affrontalo. Se rispondi no, allora sei davvero sfortunato! Forse hai semplicemente acquistato una pianta che già non era in ottime condizioni…

Copy