A volte, nonostante la pulizia frequente del bagno, sulle piastrelle della doccia si accumulano residui di sapone e calcare. Ti mostriamo come rimuovere efficacemente sapone e incrostazioni dalle piastrelle. Il consiglio della nonna per confermarlo.

Il lavaggio delle piastrelle è una di quelle zone del bagno che richiede un’attenzione particolare perché bisogna fare attenzione a rimuovere i residui che facilmente si incrostano. E per una buona ragione,  compaiono macchie bianche dovute all’acqua corrente, spesso dura . Per porre fine a questo problema, ti mostriamo un trucco infallibile utilizzando ingredienti che probabilmente hai nella credenza della cucina.

Macchie di calcare sul pavimento del bagno – provenienza: spm

Come rimuovere le tracce di sapone e le incrostazioni che si accumulano sulle piastrelle del bagno?

Cosa ti servirà:

  • 2 cucchiai di bicarbonato di sodio
  • 1 succo di mezzo limone
  • Una spugna
  • Una bottiglia spray
  • Un contenitore pulito
  • 1 cucchiaio di detersivo per piatti
  • 2 cucchiai di aceto bianco

Per pulire le superfici in questione non è necessaria la candeggina. Per prima cosa versate l’aceto in una bottiglia spray per spruzzarlo direttamente sulle piastrelle e poi lasciate agire il prodotto per qualche minuto. Mescolare gli altri ingredienti e applicare la pasta risultante sulle aree macchiate. Strofinare le piastrelle con una spugna umida prima di risciacquare con acqua pulita.

Dovresti notare che lo sporco e il calcare si staccano facilmente dal muro, il che dimostra che il trucco è ancora più efficace  contro le macchie ostinate . E per una buona ragione, l’aceto bianco è una vera e propria arma anticalcare. Oltre a questo consiglio, non perderti tutti i consigli che rendono la pulizia del bagno molto meno noiosa.

Giunti di rasatura – fonte: spm

E le fughe delle piastrelle?

Lo sporco che si attacca alle fughe delle piastrelle può essere difficile da rimuovere. Per sbiancarli, ecco cosa puoi fare:

– Bicarbonato di sodio

Mescola il bicarbonato di sodio con l’acqua per formare una pasta. Quindi applicarlo sulla superficie da pulire e quindi, utilizzando uno spazzolino da denti usato  , strofinare la malta . Lasciare agire per qualche minuto quindi risciacquare. Per finire, pulire con una spugna umida e lasciare asciugare.

– Perossido di idrogeno

Per pulire le fughe con questo prodotto,  strofinarlo delicatamente contro le fughe  utilizzando uno spazzolino da denti, quindi lasciare agire il prodotto detergente per 5 minuti. Successivamente risciacquare con acqua pulita prima di asciugare con un panno pulito. Il perossido di idrogeno offre anche  diversi usi ingegnosi per la casa .

Altri consigli per rimuovere macchie e segni di calcare dalle piastrelle

– La pietra d’argilla

Sia per la piastrellatura che per la terracotta, la pietra argillosa è molto efficace. Per beneficiare di questo prodotto naturale, inumidire una spugna pulita impregnata di pietra argillosa quindi strofinare le piastrelle. Per risultati ottimali,  utilizzare movimenti circolari durante la pulizia . Successivamente utilizzare un panno in microfibra pulito per asciugare, dopo aver risciacquato le piastrelle con acqua pulita.

– Acido citrico

Ottimo disincrostante e anticalcare ecologico, l’acido citrico è una buona soluzione per la pulizia delle piastrelle. Diluirlo in ragione di 4 cucchiai in 1 litro di acqua calda quindi utilizzare una spazzola per strofinare le superfici interessate  per decalcificarle . Quindi risciacquare con acqua pulita e lasciare asciugare la superficie all’aria. Tieni presente che è consigliabile indossare guanti quando si utilizzano questi prodotti.

Come puoi vedere, questi metodi naturali disincrostano e lucidano tutte le superfici del bagno. Ma potete ovviamente avvalervi di altri consigli per rimuovere lo sporco e le macchie giallastre anche dal bagno.

Copy